Come dal parrucchiere: prodotti professionali per i capelli
,

Come dal parrucchiere: prodotti professionali per i capelli

Come sono belli i capelli quando si esce dal salone dell’Hair stylist. Il segreto sta certo nella professionalità e nelle capacità del singolo parrucchiere, ma non solo. I prodotti per capelli che si possono trovare dal parrucchiere infatti sono molto diversi da quelli del supermercato, e anche da quelli della farmacia. Le materie prime utilizzate e le formulazioni sono studiate appositamente per rendere i capelli perfetti. Oggi si possono utilizzare i migliori prodotti anche a casa, approfittando dei negozi di vendita online di prodotti per capelli per uso professionale. Un esempio è la ricca vetrina di Feel Your Look, che non solo propone le migliori marche di prodotti per parrucchiere, ma offre anche numerose offerte, che consentono di avere sempre capelli perfetti, come appena usciti dal salone dell’Hair Stylist.

Cosa contengono i prodotti per capelli professionali
Ciò che differenzia profondamente i classici shampoo e balsami da supermercato da quelli pensati per i professionisti è di certo la qualità e la tipologia degli ingredienti in essi contenuti. Si tratta di una differenza anche per quanto riguarda il prezzo, che nei prodotti da supermercato potremmo definire politico: il costo dei flaconi è contenuto, anche perché i prodotti si rivolgono al gran numero delle persone che accedono al supermercato. Per ridurre i prezzi ovviamente si tagliano gli ingredienti più pregiati, come ad esempio la cheratina o gli oli vegetali, o ancora l’estratto di aloe. Questi stessi ingredienti sono invece disponibili in quantità maggiori all’interno dei prodotti per i professionisti, che vengono preparati partendo comunque da una base lavante che spesso è simile a quella del supermercato, ma non sempre.

Prodotti specifici per problemi specifici
Stiamo comunque parlando del lavaggio e del trattamento dei capelli fatto da un professionista, esperto di tutte le problematiche che coinvolgono questa parte del nostro corpo, confrontandola con l’attività svolta da noi, che esperti non siamo. Anche già la scelta dello shampoo o del trattamento è un passo importante, che parte dal comprendere in modo chiaro e netto la problematica principale da risolvere. Il comune mortale può non fare questa scelta in modo corretto, soprattutto di fronte allo scaffale del supermercato, dove le indicazioni presenti sui flaconi sono a volte poco chiare. Approfittando dei negozi di vendita online di prodotti per capelli professionali è quindi consigliabile acquistare ciò che il parrucchiere ci consiglierebbe. Quindi se in genere l’hair stylist usa per no23i uno shampoo per capelli fini, facciamo questa scelta anche di fronte allo scaffale dei prodotti professionali. La gamma poi è molto più ampia, a parte i classici shampoo e balsami troviamo anche creme, maschere, fluidi e oli da utilizzare prima, durante o dopo il lavaggio dei capelli.

Non è solo questione di prodotti
Per ottenere dei capelli perfetti, come appena usciti dal salone del parrucchiere, è importante avere a disposizione i prodotti giusti, quelli di stipo professionale con ottimi ingredienti e qualità elevata. Questo è vero ma ci si deve ricordare anche che il parrucchiere è un esperto di capelli, che nel corso della sua carriera ha imparato anche ad effettuare un perfetto lavaggio delle chiome, ad acconciarle e sistemarle in modo ideale. Se si desidera che il prodotto acquistato in un negozio di vendita online di prodotti per capelli di tipo professionale funzioni al meglio è bene leggere con attenzione le indicazioni e le istruzioni di utilizzo presenti sulle confezioni. Solo così si potrà comprendere la quantità di prodotto da utilizzare, le modalità o anche il tempo di posa necessario perché i principi attivi in esso contenuti svolgano al meglio il proprio effetto. Quindi sono importanti gli ingredienti, ma anche la scelta del prodotto più adatto e un suo uso corretto.

Read more
Beauty routine primaverile in 5 step facili
,

Beauty routine primaverile in 5 step facili

Ebbene sí, il letargo è finito mentre una nuova colorata stagione di risveglio e fioritura è alle porte, accompagnata da un dolce sottofondo di uccelli canterini e dai primi raggi di un sole che finalmente torna a scaldarci e ad illuminare le nostre giornate!

Eccoci agli albori della primavera e, come per ogni cambio di stagione, non può mancare una beauty routine dedicata, in grado di preparare la nostra pelle in armonia con le nostre nuove abitudini quotidiane!

Infatti, dopo un trimestre invernale concentrate a resistere al freddo e al vento, rimanendo tanto tempo all’interno di luoghi chiusi e assorbendo tanto smog e caldo artificiale dei riscaldamenti eccoci ora pronte a rivoluzionare la nostra pelle!

Da una cute secca, grigiastra e spenta tipica della stagione invernale, seguendo i semplici consigli della nuova beauty routine primaverile, il nostro viso tornerà a sentirsi fresco, sano, idratato e luminoso!

Ecco i 5 facili step della beauty routine primaverile:

  1. Pulizia e Detersione

Prima di passare all’applicazione di qualsiasi nuovo olio o crema, non c’è miglior modo che cancellare questa opacità invernale partendo da una corretta pulizia del viso, valutando anche l’utilizzo di scrub ed esfolianti. Eliminare le cellule morte dal nostro viso durante il cambio di stagione è una prima forma essenziale di depurazione e disintossicazione di tutto ciò che inevitabilmente la cute ha dovuto subire durante l’inverno.

Lo scrub favorisce il rinnovamento cellulare cosí da preparare la pelle, base per tutti i trattamenti successivi, rendendola più morbida, luminosa e levigata. Certo che se nell’aria c’è profumo di vacanze straordinarie in cui l’esposizione al sole è l’obiettivo, evitare allora assolutamente esfolianti e scrub. L’effetto purezza, infatti, sensibilizza la pelle al punto di trasformarsi in un vero e proprio incubo tra macchie o forte eritemi al viso causate dalla mancata protezione dai raggi UV.

Insieme agli esfolianti, anche la detersione svolge un ruolo primario di pulizia da inserire nella routine mattutina e serale tutta primaverile. Struccarsi applicando subito dopo un tonico, o detergente (liquido o cremoso) o olio, in base alle proprie esigenze, protegge la pelle dal trucco successivo durante tutto il giorno e allunga l’effetto pulizia durante la notte.

  1. Cambio Crema

Ovviamente al cambiare di stagione, cambia anche il grado di assorbimento da parte della pelle. Infatti, le temperature rigide invernali richiedono texture di creme molto più concentrate per tenere una pelle idratata durante tutta la fredda giornata, rispetto la primavera.

Il consiglio di base è proprio quello di sostituire una crema viso corposa con una crema più fluida e leggera.

In generale, la primavera e l’autunno sono stagioni intermedie, con un clima molto più mite rispetto il freddo invernale che squama la pelle ed il caldo estivo che, al contrario, la squaglia, dunque il grado di assorbimento della pelle è meno restio e l’utilizzo di creme meno corpose è più indicato.

Non solo, anche la lucidità (e non la luminosità) gioca un ruolo più “acceso” durante la primavera, soprattutto per le pelli grasse e miste quando si utilizza la stessa crema utilizzata per l’inverno. Non sottovalutiamo che il sole comincia anche a scaldare e che con una crema ben assorbita, la sudorazione è dietro l’angolo!

  1. Fotoprotezione

Ridurre i trattamenti che rendono le pelli più sensibili è un buon inizio per evitare di doversi poi preoccupare di eventuali esposizioni al sole, magari durante un pic nic o una passeggiata che potrebbero nuocere alla pelle, sotto forma di macchie o eritemi.

Quando il sole comincia ad essere un po’ più caldo, i raggi sono più forti e potenti, dunque per coloro che la sensibilità cutanea non se la vanno proprio a cercare ma, anzi, sono delicate per natura o si trovano in una situazione ben precisa come in uno stato di gravidanza o sotto antibiotici, allora è il caso di iniziare già dal periodo primaverile con una fotoprotezione.

Esistono creme protettive dai raggi UV da 30 o anche da 50 che sono anche molto idratanti cosí da poter avere due soluzioni in un unico prodotto.

  1. Trattamenti di nutrizione e idratazione più leggeri

Anche i trattamenti come maschere o sieri utilizzati in questo periodo, proprio come le creme, necessitano di una rivoluzione stagionale per diventare parte di questa nuova routine più fresca, sana e radiosa. Su Abiby ad esempio, la beauty box italiana che scova tutte le tendenze beauty del periodo, si possono trovare dei trattamenti specifici di stagione in stagione, come l’olio viso alla rosa del Marocco, ideale per rigenerare la pelle in primavera. Ecco che, abbinata con una dieta primaverile che abbandona le verdure cotte magari con insalate e frutta di stagione, anche l’idratazione e nutrimento della pelle comincia a cambiare le proprie performance.

Dunque, scegliere dei trattamenti più leggeri rispetto a quelli corposi invernali sono la soluzione per rinnovare la propria pelle donando un effetto di vitalità al passo con la natura.

  1. Cambio colori trucco

Infine, insieme al cambio dell’armadio non si può che non abbinare un cambio di tonalità al proprio viso, accentuandone la luminosità.

Labbra e occhi al centro del nuovo ciclone fiorito con un make up che richiama quell’effetto di leggerezza e spensieratezza. Su una pelle non ancora abbronzata, è dunque il momento ideale per sfoggiare colori più vivaci e scintillanti magari con qualche glitter, a seconda delle occasioni!

La nuova beauty routine primaverile è il momento ideale per dare attraverso la cura della propria bellezza un nuovo start alla propria personalità nella sua fase di rinascita!

Read more
L’innovazione tecnologica della salute in Emilia Romagna

L’innovazione tecnologica della salute in Emilia Romagna

Il Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale dell’Emilia Romagna è l’ultima novità introdotta nel campo della salute e della sanità, in grado di ridurre i costi, a volte esagerati, di medicinali, visite mediche ed esami. Si tratta di un portale online dove vengono raccolte tutte le documentazioni personali che riguardano la salute, in grado di mettere a disposizione le informazioni sanitarie individuali in qualsiasi momento e in ogni occasione, per evitare di avere tutti materiali cartacei in disordine. Il Fascicolo sanitario elettronico evita lo spreco di tempo nella prenotazione, nel pagamento e nel ritiro di documenti sanitari; è comodo anche per il medico personale, il quale sarà in grado di risalire a tutto il profilo sanitario di un paziente in poco tempo attraverso un computer.

Ad esempio capita di dover fare gli esami del sangue per accedere poi a determinate cure che il medico professionista prescrive, e in questo caso, il Fascicolo sanitario elettronico è molto utile, usufruibile per prenotare e pagare tutto il dovuto, sia le analisi sia la visita dal medico. In territorio emiliano-romagnolo le strutture sanitarie sono ormai per la maggior parte associate al Fascicolo sanitario elettronico: il Poliambulatorio Riccione ‘Il Boschetto’ ad esempio, è un centro di analisi nel quale lavorano medici e professionisti specializzati in diversi settori della medicina; all’interno è possibile eseguire i più importanti esami medici per la prevenzione, in grado di garantire più sicurezza alla propria salute e poter agire in tempo riguardo determinati disturbi. Il paziente per effettuare controlli specifici, può recarsi presso un laboratorio analisi Riccione, ottenere i risultati delle proprie analisi reperibili automaticamente nel Fascicolo sanitario da far consultare al medico in caso di necessità. Il cittadino può arricchire il proprio Fascicolo con i dati e i documenti medici in suo possesso provenienti anche da strutture private, documenti che riguardano cure che il paziente sta facendo o che ha fatto in passato, ma non solo, anche dei referti di analisi e controlli fatti in strutture non convenzionate.

Possono attivare il Fascicolo sanitario elettronico tutte le persone maggiorenni iscritte al Servizio Sanitario Nazionale, con la possibilità di associare anche i documenti sanitari dei figli minorenni, qualora ce ne fosse bisogno. Questo è un sistema molto moderno, che permette di velocizzare la reperibilità di informazioni sanitarie, utile dal punto di vista medico poiché agibile in poche mosse, ma utile anche dal punto di vista personale, nel momento in cui ci fosse bisogno di risalire urgentemente con precisione a tutti i dati che riguardano la nostra salute.

 

Ufficio Stampa Guest.it

Maria Chiara Turino

Read more
Il regalo perfetto per lui: il profumo uomo
,

Il regalo perfetto per lui: il profumo uomo

Oramai mancano veramente pochi giorni alle feste di Natale e, sicuramente, il dono più difficile da fare è quello per il nostro partner: quante volte ti sei ritrovata all’ultimo momento a correre da un negozio all’altro, per acquistare il suo regalo di Natale? Oggi, quindi, desideriamo darti una dritta per puntare subito all’obiettivo, senza trovare mille ostacoli sul cammino: a tal proposito, dunque, regala a Natale un profumo uomo, un presente senz’altro molto gradito, giacché risulta essere utile nella vita di tutti i giorni.

Oggigiorno l’assortimento dei profumi per l’uomo è davvero vasto: si trovano proposte di tutti i generi, ma anche di formati differenti. In alcuni casi, peraltro, è pure possibile far incidere la bottiglietta per donare un regalo ancor di più speciale e personalizzato alla persona cui si vuole bene. Naturalmente, la bottiglietta di profumo non è solo il regalo perfetto da fare agli uomini in occasione del Natale: questo dono, difatti, si prefigge essere ideale durante tutto l’anno, anche come regalo di compleanno oppure, perché no, in qualche occasione speciale come un anniversario. Per quanto concerne l’assortimento, ti ritroverai confrontata con l’imbarazzo per la scelta: molti store online, così come i negozi tradizionali, mettono a disposizione dei clienti marche di ogni tipo per il profumo uomo, proprio come avviene già per la selezione dei prodotti per la donna.

Ad ogni modo, la scelta per l’acquisto di una fragranza maschile può ricadere su determinati standard olfattivi: ad esempio, vi si trovano profumi energizzanti caratterizzati dalla scelta di ingredienti come gli agrumi, ma vi sono pure essenze più dolci, come la vaniglia, che possono fare al caso di tutte quelle persone che amano una fragranza non troppo aggressiva. Al contrario, invece, chi gradisce qualcosa di “forte” – se così si può dire – potrà puntare subito l’attenzione su note forti come quelle orientali, ad esempio il patchouli.

Ora non ti resta che acquistare il profumo uomo che più si addice al tuo lui, che sia il tuo compagno di vita, un tuo amico, fratello o tuo padre!

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
La Black Mask: addio punti neri!
, ,

La Black Mask: addio punti neri!

I punti neri, il cui nome scientifico è comedoni, sono un inestetismo della pelle che si manifesta principalmente su tre zone specifiche del viso: naso, fronte e mento. La loro comparsa è da ricondurre ad alcuni comportamenti e abitudini sbagliate nella pulizia del viso e dell’alimentazione; si manifestano quando la pelle diventa particolarmente grassa, i pori si dilatano e il sebo ostruisce la normale respirazione della pelle, generando così il punto nero.

Il sebo è il principale responsabile della formazione di punti neri, brufoli e altre impurità della pelle. Una produzione eccessiva di sebo comporta pori ostruiti o pelle infiammata fino alla formazione e comparsa dei brufoli. La pelle si presenta grassa e oleosa, in particolare al tatto, e il suo equilibrio fisiologico è alterato.

Per prevenire la comparsa di punti neri, acne, brufoli e imperfezioni sulla pelle del viso, la pulizia e la detersione quotidiana della pelle sono un aspetto molto importante: occorre usare principalmente maschere viso specifiche contro punti neri e impurità, a cui si può unire l’uso di un buon tonico a base naturale, che aiuti a richiudere i pori. In generale, per rimuovere i punti neri possono essere utili anche i peeling superficiali, seguiti da un leggero massaggio che rimuovono le cellule morte e stimolano la crescita di quelle nuove più sane. Bisogna in ogni caso evitare assolutamente di schiacciare i punti neri con le dita, in quanto si possono creare infezioni e cicatrici, e non risulta quindi il metodo migliore da utilizzare per combatterli.

Sul mercato si trovano anche appositi cerotti studiati per la rimozione dei punti neri: prima di applicarli la pelle va detersa e i pori devono essere aperti, meglio quindi dopo una doccia tonificante o in mancanza di tempo, con un panno impregnato di acqua tiepida, tenuto per qualche minuto sulle parti da trattare. Una volta applicati bisogna farli agire fino a quando non si sono seccati, poi vanno rimossi lentamente senza strapparli.

Ma il trattamento più efficace e innovativo, che si sta diffondendo come pratica di bellezza tra le persone colpite da questo inestetismo, è la Black Mask. Questa maschera per punti neri è di colore nero a causa della presenza del Carbone Vegetale. La sua azione è basata sulla tecnica del peel-off: dopo aver lavato e asciugato accuratamente il viso, basterà applicare questa maschera, in formato crema ed in modalità uniforme e lasciarla agire fino al suo completo assorbimento, fino a quando seccherà. Durante il tempo di posa la Black Mask si asciugherà, penetrando in profondità nei pori del viso. Per rimuoverla, occorrerà eliminare delicatamente la pellicola che si sarà formata: con un solo gesto saranno rimosse le cellule morte, i punti neri e le impurità e la pelle risulterà fresca, luminosa e compatta.

Gli ingredienti delle Black Mask migliori sul mercato sono al 100% naturali e garantiscono una pulizia profonda e sicura della pelle: il Carbone Vegetale agisce direttamente sui punti neri andando a bilanciare la produzione di sebo, mentre gli estratti di Aloe Vera ed Avena idratano e ammorbidiscono la pelle, donandole un aspetto liscio e compatto.

Read more
Make-up da maggiorenne
, ,

Make-up da maggiorenne

Per una ragazza che sta organizzando il suo party per i festeggiamenti dei 18 anni, non c’è nulla di più importante che rendere la propria festa assolutamente indimenticabile. Dopo aver scelto tra i tantissimi locali per Feste 18 anni a Roma, come ad esempio il Papillon Club, quello che fa per la festeggiata e per il tipo di festa che vuole realizzare, non rimane che decidere quale sarà l’abito e il relativo make-up per sentirsi la regina della serata. Per molte, sarà la prima vera occasione per permettersi un trucco più sofisticato e marcato di quanto non abbia osato finora.

Scegliere il proprio stile

Se per la festa che avete in mente avete scelto un trucco di ispirazione glamour, puntate su sopracciglia marcate, eyeliner e ciglia voluminose. Per gli occhi, potreste optate per toni naturali e date alle labbra, un tocco decisamente nude.
Se, invece, non volete rinunciare al vostro primo rossetto rosso, allora scegliete un bel rosso carminio o una tonalità che tende al violaceo e rendetelo il punto focale del vostro viso abbinandolo ad una base luminosa e a poco mascara. Cercate di evitare i rossi caldi ed aranciati, perché tendono ad invecchiare l’immagine. E non in maniera positiva!
Per una ragazza acqua e sapone, in una giornata importante come la festa dei 18 anni, non si può comunque rinunciare al trucco e allora il consiglio, è quello di optare per un make-up natural chic, magari realizzandolo con una sottile linea di eyeliner appena sfumata ed un burro cacao colorato. Di contro, ci sarà sicuramente la festeggiata che vuole sentirsi un po’ dark ed allora indirizzatevi su un bel rossetto viola scuro, matita nera ed eyeliner allungato.
Se, infine, siete amanti dei colori, quello che fa per voi è l’eyeliner colorato in tinte pastello o comunque abbinato al colore del vostro abito, con poco mascara e labbra nude.

Make-up e abito sempre abbinati

Ricordate comunque che il vostro make-up, deve essere sempre in armonia con il resto del look per cui avete optato, quindi sia con vestito e con gli accessori che con l’acconciatura prescelta.
I colori più gettonati per gli abiti da indossare al proprio diciottesimo sono il blu royale e il verde smeraldo, ma non mancano anche tessuti morbidi in bronzo e bordeaux. Se il vostro party si svolge in estate e siete abbronzatissime, un bel vestito verde acqua vi farà fare un figurone.
Il consiglio è quello di evitare il look total black, perché in quanto regina della festa il vostro obbiettivo sarà quello di spiccare in mezzo alle altre ospiti e di certo, non potete passare inosservate.

Read more
In Italia è pole dance mania
, ,

In Italia è pole dance mania

Cresce la pole dance mania. Questa particolare danza acrobatica piace sempre più alle donne e i corsi, che crescono numerosi in tutte le città italiane, vedono un vero e proprio boom nel numero delle iscrizioni.

Pole Dance: cos’è e quando nasce?

La pole dance è un mix perfetto tra danza e ginnastica con la pertica. Richiede una buona dose di forza, flessibilità, agilità e resistenza. Le origini risalgono, con grande probabilità, agli anni Venti. È in questo periodo che gli Stati Uniti, attraversati dalla Grande Depressione, provano a reagire con piccole distrazioni, come le attività circensi. È sotto il tendone del circo che gli acrobati provano a inventare nuovi strumenti per intrattenere il pubblico facendo leva sul poco materiale disponibile: i pali utilizzati per sorreggere il telone stesso. Da qui, poi, la pole dance si trasforma presto in uno spettacolo itinerante per diventare, nel corso degli anni Cinquanta, invece, un appuntamento fisso di alcuni bar.

Stati Uniti o India?

In realtà, le indicazioni riguardo alle origini di questa attività non sono poi così certe. Secondo altre indicazioni, infatti, avrebbe origini ben più antiche e lontane. La patria della pole dance, infatti, potrebbe essere l’India del Dodicesimo secolo. Si tratterebbe, secondo questo filone, di uno sport derivante dalla Mallakhamb. Di cosa si tratta? Di una antica pratica che vedeva esibirsi esclusivamente gli uomini utilizzando proprio una pertica di legno.

Tutti i vantaggi per il fisico

La pole dance è uno sport completo che riesce a modellare e trasformare il fisico già dopo i primi tre mesi di allenamento. Braccia, spalle e schiena si rassodano, il punto vita si assottiglia lasciando spazio ad addominali scolpiti. Glutei e gambe si rassodano e si rafforzano. I benefici per la tenuta muscolare sono davvero numerosi. Allo steso tempo, inoltre, la pole dance consente di aumentare resistenza e forza.

I muscoli chiamati a raccolta

Quali sono i muscoli che beneficiano maggiormente di una seduta di allenamento? L’elenco è davvero lungo e completo. Prima di tutto gli addominali, seguiti da: dorsali, tricipiti, bicipiti, quadricipiti, adduttori, glutei e bicipiti femorali. La massa muscolare aumenta, mentre si riduce quella grassa. I muscoli si tonificano e si rafforzano, la postura migliore e migliora la flessibilità muscolare. Uno sport divertente, sensuale e ricco di benefici.

In Italia è boom per la pole dance

Le donne italiane sono sempre più affascinate da questo sport così particolare, cresce il numero di palestre che si dotano di corsi ad hoc e strumentazioni adeguate, acquistate presso rivenditori specializzati e certificati di prodotti esclusivi per la pole dance, come The Pole. Negli ultimi 5 anni, il numero di iscrizioni presso corsi di questa disciplina è sensibilmente cresciuto su tutto il territorio nazionale. Perché? Perché è una disciplina divertente, molto sensuale, che non richiede particolari capacità fisiche.

Tanti i benefici per la psiche

Ma non è solo il fisico a beneficiare degli effetti della pole dance. Numerosi sono anche i riflessi psicologici positivi. La pole dance aiuta a rafforzare l’autostima e contrasta la timidezza. Accresce la consapevolezza della propria fisicità e delle proprie capacità, oltre a quella della propria femminilità. Tutti effetti che si traducono in una maggiore consapevolezza del sé che aiuta a migliorare i rapporti con il mondo esterno.

Read more
Dimagrire senza dieta è possibile? Ecco i metodi più efficaci
,

Dimagrire senza dieta è possibile? Ecco i metodi più efficaci

A chi non è capitato di non riuscire a dimagrire nonostante una dieta ferrea? Perdere peso non è affatto facile come può sembrare e soprattutto, non sempre evitare di assumere determinati alimenti garantisce un dimagrimento.
E se a tutto ciò aggiungiamo il ”recupero” dei chili persi già dopo poche settimane dalla conclusione della dieta, ecco che la situazione può diventare davvero drammatica. Insomma, perdere peso è difficile, mentre tornare ad ingrassare è facile. Ma la situazione non è così grave come potremmo pensare. Esistono, infatti, dei metodi per dimagrire senza dieta. Di cosa si tratta?
In realtà, per perdere realmente peso basterebbe evitare alcuni errori molto ricorrenti. Il digiuno, ad esempio, non porta al dimagrimento, in nessun caso. Milioni di anni di evoluzione hanno reso il nostro corpo in grado di resistere ad ogni condizione e soprattutto a qualsiasi tipo di evoluzione. In un lontano passato, la mancanza di cibo era un problema ricorrente per i nostri simili. Il digiuno, quindi, invia un preciso messaggio al metabolismo.
In questa particolare condizione, il corpo è spinto a risparmiare energia. In occasione del primo pasto ”sufficiente” l’organismo assorbirà molte più calorie mettendole in riserva, senza bruciarle. Il risultato? Ingrasseremo di più. Insomma dimagrire senza dieta e soprattutto senza digiuno, è possibile.

Un altro aspetto da tenere presente è il conteggio delle calorie, della quantità di chili e dei centimetri di vita. Quanto è utile essere ossessionati da questi numeri? In realtà molto poco.
Non è importante quanto mangiamo, ma anche cosa mangiamo. Dimagrire senza dieta è infatti possibile, anche modificando la tipologia di alimento consumato. Mangiare sano significa consumare cibi di stagione, con una provenienza sicura e certificata.
Anche le diete fai da te rappresentano un pericolo per la nostra linea. Eliminare arbitrariamente determinati cibi, può comportare importanti scompensi e sicuramente dannosi per il nostro corpo. I regimi alimentari devono essere realizzati da un esperto del settore, dopo un’attenta valutazione delle condizioni del paziente.
Ma tornando alla domanda iniziale, ovvero ”come dimagrire senza dieta”, ecco di seguito i metodi migliori.

Fare colazione

E’ il pasto più importante della giornata. Consumare cibi nutrienti e salutari, nelle prime ore del mattino, significa acquisire l’energia sufficiente per il lavoro evitando cali di glicemia e soprattutto, di arrivare a pranzo con una fame spropositata.

Consumare uno spuntino

Un break è essenziale, magari utilizzando delle buone bevande per dimagrire come Choco Lite, soprattutto nelle ore centrali della mattinata e del pomeriggio permette di tenere sotto controllo il senso di appetito consentendo al metabolismo di lavorare in maniera più efficace.

Fare pasti completi

Garantire al proprio corpo un pasto completo significa assicurarsi una sensazione di perenne sazietà, combinando gli effetti benefici dei vari alimenti.

Attività fisica

Tutti possono mangiare, anche qualche spuntino, purché si muovano a sufficienza. Fare sport equivale a tonificare i muscoli, potenziare il metabolismo, ma soprattutto consumare le calorie assunte. Un buon metodo per dimagrire senza dieta.

Read more
Look cerimonie, come vestirsi alle comunioni di maggio
, ,

Look cerimonie, come vestirsi alle comunioni di maggio

Ogni anno il mese di maggio è quello in cui si concentrano la maggior parte delle cerimonie, dai matrimoni alle prime comunioni fino alle cresime. È infatti il mese in cui si fa sentire il primo tepore primaverile, quasi estivo, le giornate diventano più lunghe e tiepide e il bel tempo, in genere, la fa da padrone. Ecco perché, sia da protagonisti che da invitati, può capitarci spesso di essere coinvolti e partecipare a una cerimonia durante questo mese dell’anno, come una comunione a Roma ad esempio, e di dover scegliere il look più adatto anche al tipo di evento. Sempre a maggio, poi, è anche più semplice pensare a una location, potendo sfruttare anche spazi all’aria aperta, di certo meno dispendiosi delle tradizionali sale da cerimonie e più adatti anche ad atmosfere creative e un po’ diverse dal solito, basta dare un’occhiata a CapitalEventi per avere un’idea in merito.
Pensiamo ad esempio a una cerimonia come una prima comunione, magari di nostro figlio o nostra figlia. Come vestirci per l’occasione? Come truccarci? Qual è, insomma, il look giusto e più appropriato per una cerimonia del genere? Ecco qualche consiglio in merito.

Il look per le comunioni

Nel caso delle comunioni, la prima cosa da ricordare è che i protagonisti della cerimonia sono i nostri piccoli. Noi genitori, quindi, dovremo fare da “contorno” e prepararci nel modo più adatto e consono per fare una bella figura, senza però oscurare la scena al piccolo protagonista della giornata. Quindi bisognerebbe lavorare su uno stile che sia impeccabile, minimalista o con qualche tocco di creatività, ma sempre nei limiti del tipo di cerimonia e dell’atmosfera, adatta ai più piccoli, della stessa. Quindi tutto dovrà essere molto coerente in questo senso: dall’abito, più o meno elegante a seconda della location scelta per i festeggiamenti e del momento della giornata in cui si svolge la cerimonia; i capelli, che potremo tenere raccolti – una soluzione sempre elegante e raffinata – oppure sciolti con una piega alla moda ma sempre sobria, come ad esempio le onde piatte molto di tendenza in questo momento; il make up, raffinato e all’insegna della naturalezza più estrema e infine, gli accessori, da ricordare su quest’ultimo punto, la vera e propria mania per gli orecchini di questo particolare momento dell’anno.
La tendenza della bella stagione 2017 vuole abiti che scavalcano il solito nero o le tonalità più tradizionali per accendersi, anche nelle declinazioni pastello sicuramente più indicate nel caso delle prime comunioni ad esempio, di giallo, arancio, verde mela e cobalto. Colori vivi, anche se attenuati, molto adatti a questo tipo di cerimonie. A questo proposito, un’idea carina sarebbe quella di scegliere un colore “dominante” della cerimonia, che sia ripreso anche sulla tavola e nei dettagli della festa, e chiedere a ogni invitato di indossare qualcosa, anche solo un piccolo particolare, di quello stesso colore. Pensiamo al giallo canarino, molto allegro per un bambino o al glicine, delicato e raffinato per una bimba. Colori facilmente declinabili anche a tavola, sui palloncini, sui biglietti e sui segnaposto.

Read more
Ottenere splendidi capelli mossi in poche semplici mosse
, ,

Ottenere splendidi capelli mossi in poche semplici mosse

Lo si è visto alle sfilate della nuova stagione, ai festival internazionali ma soprattutto ogni giorno sui profili delle celebrities e delle influencer e sui social network dove impazzano i tutorial capelli mossi. Onde boccoli e flatwaves, insomma, sono il trend della primavera estate 2017. Che abbiate una chioma corta, media oppure lunga, lo stile più alla moda per tutta la stagione calda sarà certamente “mosso”. Per chi però, ha naturalmente i capelli lisci senza un minimo di movimento sulla propria chioma, non è sempre facile riuscire a ricreare quell’effetto. Se i professionisti del settore infatti utilizzano la permanente o la messa in piega, chi invece preferisce un metodo fai da te, come può realizzare una chioma voluminosa e vaporosa in poche e semplici mosse? In questi casi, il modo migliore per non rovinare la propria chioma e ottenere l’effetto desiderato è affidarsi ad un tutorial che in pochi passaggi, vi donerà l’effetto che state cercando per la stagione calda.

Ovviamente esistono diversi prodotti chimici che sono in grado di realizzare i capelli mossi, anche a casa e in modo del tutto fai da te, ma non tutti amano stressare la propria chioma con questo tipo di sostanze che, a lungo andare, rischiano di rovinare la consistenza, la salute, nonché l’aspetto dei capelli. Uno dei metodi più facili per realizzare i capelli mossi è certamente l’utilizzo di una piastra o di un ferro. Infatti, nel caso in cui abbiate un ferro è sufficiente arrotolare, ciocca per ciocca, i capelli sullo strumento e poi rilasciare. Se invece avete una piastra che emana calore sia internamente che esternamente, arrotolate ciocca per ciocca i capelli attorno alla parte superiore (lasciando fuori le punte) e poi rilasciate piano piano. Con lo stesso metodo, ma rilasciando ogni dieci centimetri circa è possibile anche realizzare delle flat waves, ovvero onde “piatte” e non boccoli. Ricordate in questi casi, di utilizzare però sempre dei prodotti che proteggono dal calore e realizzare le onde solo quando i capelli sono ben asciutti.

Ad ogni modo, con l’arrivo della stagione calda, si ha poca voglia di stare a contatto con strumenti che emanano calore come il phon e la piastra: come è possibile allora realizzare i capelli mossi? Il trucco più semplice, nel caso in cui abbiate una chioma medio-lunga è quello di realizzare una treccia ben stretta subito dopo aver lavato i capelli, quando sono stati solo tamponati con l’asciugamano. Con l’asciugacapelli date solo una leggera asciugata alla cute e poi fate subito la treccia con il resto della chioma. Realizzatela prima di andare a letto, se possibile, così il giorno seguente avrete dei capelli mossi, vaporosi e lucenti.

Read more