Indianini? Comprali direttamente sullo Shop online.
,

Indianini? Comprali direttamente sullo Shop online.

Scegli il tuo indianino preferito e lo riceverai direttamente a casa tua.

Gli indianini nascono da una passione. Una passione legata principalmente ai cavalli e alle avventure. Un’esperienza di un viaggio in Quebec, che ha dato vita all’ideazione di una nuova calzatura completamente in pelle che si ispira agli stivali anni ‘80 dei nativi d’America.

Hector, è l’inventore del vero e unico indianino originale, apre il suo primo negozio a Riccione nel 1976. Nel laboratorio si utilizzano materiali esclusivamente di prima scelta. Si curano rifiniture e selezione dei pellami e la suola si distingue dalle imitazioni per la sua resistenza e idrorepellenza. Tutti i modelli sono cuciti e borchiati rigorosamente a mano.

La moda di queste calzature, negli anni, è esplosa in tutta Europa e sta già sbarcando oltre oceano. I modelli variano nei dettagli, quali borchie, stringhe o frange, e nella gamma di 20 colori diversi.

Negli anni sono state create varie edizioni speciali in cui sono stati aggiunti dettagli come pietre e cristalli. Per quanto riguarda il look da indossare con gli indianini, non c’è nessuna regola, perché non sono articoli impegnativi, e sopratutto sono molto versatili, e viene lasciata al cliente la più totale libertà di esprimersi, data la varietà di modelli e colori.

Hector dopo aver aperto store a Riccione, e in Spagna a Ibiza e Madrid, ha deciso di mettere a disposizione dei suoi clienti anche un e-commerce sul quale è possibile effettuare l’acquisto di indianini online.

Semplicissimo e intuibile, l’e-commerce www.hector-riccione.comè suddiviso in sezioni: donna, uomo e bambino e per tipologia di articolo. Qui sono presenti anche sezioni riservate all’outlet, alle limited edition o alle novità evergreen.

Nel caso dell’outlet è possibile trovare alcuni modelli scontati. Stivali con colori o pellami non continuativi, ma garantiti e di rapida consegna. Ovviamente è possibile acquistare non solo indianini, ma anche tutti i prodotti correlati come borse, cinture e altri tipi di calzature.

Read more
Illuminazione di Design per il Salotto
,

Illuminazione di Design per il Salotto

Il salotto è uno degli ambienti domestici più importanti della casa. È lo spazio in cui si trascorre la maggior parte del tempo durante il giorno e in cui si svolgono un maggior numero di attività differenti. Per questo studiare l’illuminazione di questa stanza è particolarmente importante ed è un’attività che non può essere assolutamente mai lasciata al caso.
Per realizzare un buon progetto illumino-tecnico è fondamentale iniziare dalla conformazione stessa dell’ambiente, dalla sua metratura, dalla disposizione delle finestre e dalla disposizione delle diverse zone. Un salotto piccolo e accogliente avrà necessità completamente differenti rispetto ad ambienti open space che comprendono anche la cucina. Lo stesso si può dire per saloni con ampie vetrate sul verde rispetto a stanze meno luminose che affacciano magari su cortili interni. Il salotto è uno spazio inoltre in cui vengono svolte diverse tipologie di attività: in alcuni casi sono presenti librerie e scrivanie, un angolo per la lettura, in altri casi è presente anche una sala da pranzo. Tutte queste caratteristiche hanno (o dovrebbero avere) un’influenza diretta sulla scelta delle fonti luminose.

In genere per illuminare correttamente un salotto sono necessari diversi punti luce, di intensità differente, e preferibilmente regolabili secondo le necessità. Un punto luce cardine è quello a soffitto che ha il compito di illuminare tutta la stanza e renderla accogliente in occasioni conviviali.
Se è presente un tavolo da pranzo si rende necessaria la presenza di un’ulteriore sospensione da soffitto che regali ai commensali la corretta illuminazione per il momento dei pasti.
In salotto inoltre è comune dedicarsi agli hobby e alle attività di relax che possono comprendere la lettura, l’ascolto della musica o la visione di film. Un’ottima soluzione è predisporre una fonte luminosa più morbida e focalizzata come quella offerta da una piantana. Negli ultimi tempi si vede di frequente inoltre l’illuminazione tramite strisce o barre led dei pensili del salotto.

Qualora in salotto fosse presente uno scrittoio o un tavolo adibito al lavoro e alla gestione delle pratiche domestiche è utile installare una lampada da tavolo, per avere un focus diretto sul piano e lavorare meglio anche nelle ore notturne.

Non devono poi mancare eventuali lampade da tavolo per i momenti di relax o che possano garantire una piccola illuminazione nelle ore notturne nei pressi di corridoi o zone di passaggio per esempio. Possono essere impiegate anche sopra antichi comò o madie a seconda delle specifiche esigenze, sempre con risultati stilistici eccellenti.

A fare la differenza realmente in queste situazioni sono poi le scelte che si fanno a livello di design. Ognuno ha propri gusti e stili che desidera riproporre in ogni dettaglio della propria casa. La luce non è esente da queste scelte, soprattutto se si vuole connotare di carattere un ambiente importante come quello living.
Scegliendo un marchio di design apprezzato e noto si ha la certezza di comunicare in modo efficace il proprio stile di vita e i propri gusti, ma anche la consapevolezza di aver fatto un investimento senza tempo. Alcuni modelli di lampade di design, nonostante abbiano già qualche anno, continuano ad essere dei ricercatissimi evergreen. Pensiamo ad esempio all’iconico lampada Eclisse di Artemide, ancora sulla cresta dell’onda dopo la sua creazione nel lontano ormai 1965. Non mancano ad ogni modo novità più recenti dallo stile completamente diverso per arredare la propria casa come l’ultima lampada da terra Yanzi dal design di ispirazione orientale.

Qualunque sia il nostro stile i brand del design dell’illuminazione italiana sanno come soddisfare desideri e gusti. E uno dei vantaggi di questi pezzi è che stanno bene davvero in ogni contesto, una volta trovata la loro giusta collocazione.

Read more
Sedie moderne: un modo elegante per arredare uno spazio
,

Sedie moderne: un modo elegante per arredare uno spazio

Le sedie non sono solo sinonimo di comfort e relax. Se è vero che dopo una giornata stressante l’idea di mettersi a sedere per un attimo è rilassante, è anche vero che una bella sedia contribuisce ancora di più ad assolvere il proprio compito.

Avere davanti a sé un prodotto bello e curato dal punto di vista estetico induce a passarci qualche secondo in più, oltre ad arricchire dal punto di vista dell’arredamento.

Per questo motivo sul mercato c’è una richiesta sempre crescente di sedie moderne.

Allungate, rotonde, alte, larghe: sono disponibili davvero in tante modalità e ognuna può integrarsi bene con l’ambiente circostante.

Lo spunto per parlare di questo argomento arriva direttamente da Colonia, dove sono state presentate molte sedie di design all’interno della fiera imm, rassegna di settore tra le più importanti in Europa.

Vediamo quali sono state alcune tra le più belle sedie di design emerse in questa fiera.

Le migliori sedie della fiera di Colonia

La sedia Fox, progettata dal designer Patrick Norguet, è stata presentata a Colonia nella versione con rivestimento in cuoio.

Una sedia che è stata pensata con un intrigante soluzione che prevede gambe allungate e schienale rosa. Una curiosa novità che cambia completamente i connotati di Fox, sedia elegante e raffinata in questa versione.

Menziona d’obbligo anche per la sedia AiKu Soft, che grazie alle nuove ed eleganti finiture con cui è stata progettata si presenta come una sedia adatta a più situazioni e non solo come una valida soluzione per l’ufficio.

Questo perché cambia decisamente la scocca, che può essere integrata da rivestimenti in pelle, velluto o tessuto, mentre invece per i basamenti troviamo finiture in cromo oro, nero o nichel.

Cambia parzialmente faccia anche la sedia a dondolo Flow, che in questa nuova veste mostra sia la versione indoor che quella outdoor.

Nella seduta per gli interni è disponibile il modello in pelle, mentre per l’esterno è stato studiato un modello di tessuto.

Altra sedia decisamente rivisitata è Jeans di Antonio Citterio: un modello che esalta la tornitura e le curvature del pregiato legno con cui è realizzata.

118, modello disegnato da Sebastian Herkner, è invece un modello perfetto per esaltare ambienti come la cucina e il soggiorno.

Di un minimalismo sobrio ma elegante, questo modello si caratterizza per l’intrigante seduta con rivestimento in canna d’India intrecciato e il telaio ricurvo.

Altre novità interessanti dal mondo della seduta

Dopo aver descritto le novità più rilevanti fornite dalla fiera imm di Colonia, passiamo in rassegna alcuni altri modelli di grande interesse presenti in commercio.

Ad attirare la nostra attenzione è stato Jeff, modello che si caratterizza per la grande modernità del suo design.

Si tratta per la verità di una collezione che comprende tre pezzi di grande pregio dal punto di vista architettonico: lo sgabello, la poltroncina senza braccioli e quella con i braccioli, sono fatti con rivestimenti in pelle e hanno linee morbide ed eleganti. Questo li rende ideali per ogni tipo di spazio, dal più raffinato al più informale, visto che mantengono un’identità ben definita per ogni ambiente.

Più classica ma non meno elegante è Amelie, sedia dalle forme semplici ma dal design raffinato. Disponibile sia con braccioli che senza, presenta una seduta morbida e molto comoda, oltre che di pregevole interesse sul piano estetico.

Infine vogliamo menzionare Ginger, elegante poltroncina in pelle con seduta larga, ideale per ambienti come uno studio o un’ampia sala in cui è capace di esaltare anche gli altri elementi presenti.

Read more
Come Valorizzare la tua Stanza, con Carte da Parati Artistica
,

Come Valorizzare la tua Stanza, con Carte da Parati Artistica

Anche una stanza può avere personalità e l’arte cosi come i materiali possono contribuire a dare valore aggiunto.

 

La carta da parati è sicuramente un’ottima soluzione per rendere una location unica ed originale.
Possiede le stesse caratteristiche di una tela pittorica, la parte frontale è vinilica in modo tale da consentirne il lavaggio, mentre il retro è in tessuto non tessuto.

Proprio come un quadro, le carte da parati vanno a caratterizzare la vostra stanza con motivi geometrici, floreali ed effetti materici. Negli ultimi anni, a differenza del passato in cui la carta da parati veniva utilizzata su tutta la superficie, ora vengono scelte al massimo due pareti, in modo tale da valorizzare di più la zona presa in considerazione.

Ciò che oltretutto varia rispetto al passato, e che prima erano solo motivi diversi rispetto al semplice colore in tinta unita, mentre ora sono proprio immagini grafiche artistiche che seguendo le tendenze del momento, o riprendendo veri e propri movimenti artistici trasformano la parete in un’opera d’arte. Per esempio, il tema della pop art, oppure carte da parati in 3D che attraverso la tridimensionalità modificano la percezione dello spazio, o semplici texture che presentano figure in rilievo.

Per una carta da parati artistica idonea ai vostri utilizzi, potete rivolgervi ad architetti ed interior designer, che sono sempre pronti a consigliarvi in modo più opportuno il prodotto migliore in linea alle vostre esigenze. Ne esistono varie, in base al tipo di supporto, oltre alla tipologia di disegno.

Altro elemento variabile sono le tipologie in base anche ai materiali dalle semplici carte di design, molto leggere ed economiche o in fibre murali. Ogni materiale possiede delle caratteristiche ben definite e non tutte sono adatte ai vari ambienti.

E’ sicuramente una soluzione ideale per rendere particolare ed interessante zone anonime, oppure per esaltare particolari di una struttura o definire meglio alcune geometrie della stanza. Tutto ciò contribuisce, come l’arredo, alla definizione degli ambienti.

 

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
Il regalo perfetto per lui: il profumo uomo
,

Il regalo perfetto per lui: il profumo uomo

Oramai mancano veramente pochi giorni alle feste di Natale e, sicuramente, il dono più difficile da fare è quello per il nostro partner: quante volte ti sei ritrovata all’ultimo momento a correre da un negozio all’altro, per acquistare il suo regalo di Natale? Oggi, quindi, desideriamo darti una dritta per puntare subito all’obiettivo, senza trovare mille ostacoli sul cammino: a tal proposito, dunque, regala a Natale un profumo uomo, un presente senz’altro molto gradito, giacché risulta essere utile nella vita di tutti i giorni.

Oggigiorno l’assortimento dei profumi per l’uomo è davvero vasto: si trovano proposte di tutti i generi, ma anche di formati differenti. In alcuni casi, peraltro, è pure possibile far incidere la bottiglietta per donare un regalo ancor di più speciale e personalizzato alla persona cui si vuole bene. Naturalmente, la bottiglietta di profumo non è solo il regalo perfetto da fare agli uomini in occasione del Natale: questo dono, difatti, si prefigge essere ideale durante tutto l’anno, anche come regalo di compleanno oppure, perché no, in qualche occasione speciale come un anniversario. Per quanto concerne l’assortimento, ti ritroverai confrontata con l’imbarazzo per la scelta: molti store online, così come i negozi tradizionali, mettono a disposizione dei clienti marche di ogni tipo per il profumo uomo, proprio come avviene già per la selezione dei prodotti per la donna.

Ad ogni modo, la scelta per l’acquisto di una fragranza maschile può ricadere su determinati standard olfattivi: ad esempio, vi si trovano profumi energizzanti caratterizzati dalla scelta di ingredienti come gli agrumi, ma vi sono pure essenze più dolci, come la vaniglia, che possono fare al caso di tutte quelle persone che amano una fragranza non troppo aggressiva. Al contrario, invece, chi gradisce qualcosa di “forte” – se così si può dire – potrà puntare subito l’attenzione su note forti come quelle orientali, ad esempio il patchouli.

Ora non ti resta che acquistare il profumo uomo che più si addice al tuo lui, che sia il tuo compagno di vita, un tuo amico, fratello o tuo padre!

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
Calzature Clocharme..stile e tendenze Made in Italy
,

Calzature Clocharme..stile e tendenze Made in Italy

Oltre le gambe c’è di più – così recitava la famosa canzone di Sabrina Salerno e Jo Squillo. Non esiste donna al mondo che non impazzisca per le scarpe, che siano sportive, eleganti o casual è un debole che ci accomuna tutte.

Un armadio pieno di vestiti e non sapere mai cosa indossare? Non parliamo delle scarpe poi..

Décolleté, ballerina, tacco, raso, sandalo…centinaia di modelli e colori ma quella che ci serve, puntualmente non ce l’abbiamo mai.

La scelta della calzatura è la parte più importante per definire il proprio stile. Anche la mise più elegante può diventare anonima, se la scarpa non è all’altezza! Al contrario, un abbigliamento semplice viene immediatamente valorizzato calzando un modello particolare o estroverso.

Clocharme Calzature, sinonimo delle migliori calzature Made in Italy, è il brand che realizza scarpe con lavorazioni artigianali utilizzando solo materie prime di altissima e primissima qualità, pellami morbidissimi, con particolare attenzione ai dettagli e agli abbinamenti. Quando le indossi per la prima volta, hai la sensazione di aver delle pantofole ai piedi, e non ne potrai più fare a meno.

Un manufatto artigianale Made in Italy prodotto da ByBShoes, adatto a chi ha problemi ai piedi e necessita di calzature morbide, ideale per chi desidera calzature originali e di qualità, per chi non ama il monocolore, pensate per una donna che ama prendersi anche un pò in giro con un outfit più casual.

Clocharme si rivolge a persone attente e dinamiche che amano sentirsi sempre perfette in ogni occasione, sia in ufficio che nel tempo libero, sia nel look quotidiano che nelle serate speciali. Calzature Clocharme per Uomo e Donna che seguono i trend attuali nel pieno rispetto dell’anatomia del piede, studiati e proposti in diverse taglie con mezze misure per trovare il ‘fitting’ ideale di un prodotto quasi su misura.

Ogni scarpa è un prodotto unico grazie ai morbidi pellami utilizzati, al microforato, all’ effetto pizzo creato da particolari intagliature, alle stampe originali, all’abbinamento di particolari nuanche, in cui vengono utilizzati sempre colori neutri dalle sfumature della pietra e dell’avorio tenendo sempre in collezione il taupe.

Scoprite l’ assortimento di scarpe Clocharme, nello shop di GennariCalzature http://www.gennaricalzature.com/product-brands/clocharme. Tanti modelli di calzature Clocharme in vendita online.

La qualità e lo stile delle scarpe Clocharme è rintracciabile in ogni modello della collezione autunno-inverno 2018: dove la tradizione incontra la modernità e il risultato è un prodotto che risponde all’eccellenza Made in Italy. Impreziosite da dettagli unici, realizzate con materiali pregiati, progettate sulla base di linee e colori di tendenza, le calzature artigianali firmate Clocharme regalano stile e ricercatezza, originalità ed esclusività, per un look che non si confonde ma si distingue.

Un perfetto connubio di glamour e ricercatezza, per sfoggiare un look impeccabile da mattina a sera!

Fonte: GennariCalzature.com

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
Fissare i quadri per casa? Una piccola guida per appendere i quadri che avete acquistato on line
,

Fissare i quadri per casa? Una piccola guida per appendere i quadri che avete acquistato on line

L’effetto desiderato quando appendete un quadro a casa non è sempre scontato. Per non parlare del rischio di caduta. Occorre fare attenzione all’ingombro e soprattutto al peso senza commettere errori e rimediare a danni anche costosi.

quadri-per-casaChiodo e martello a volte non sono sufficienti per fissare un quadro per casa soprattutto se non si ha idea si cosa sia necessario fare. Oltre a disporre di un bel quadro, in tinta con la parete e con l’arredamento circostante, è utile una mini guida sulla scelta dei vari fissaggi, tenendo conto di alcune precisazioni come peso del quadro, spessore e materiale del muro su cui si lavora.

Per disporre con esattezza i quadri moderni che avete acquistato, avrete innanzitutto bisogno delle misure, della posizione del chiodo e della cornice sulla quale lavorare. La cornice stessa deve essere provvista di un gancetto. Se il quadro non è molto pesante, lo troverete (o in alcuni casi dovrete posizionarlo voi stessi), al centro della parete della parte superiore della cornice in quanto aiuta lo stesso a non pendere da uno dei due lati; viceversa, se il quadro ha un certo peso, l’attaccaglia (gancetto) sarà raddoppiata, e attaccata su entrambi il lato superiore della cornice. Non è per forza necessario forare il muro due volte ma bensì basterà creare con una cordicella, se di metallo meglio, una catenella. La lunghezza della catenella sarà tale da formare un triangolo, il cui angolo superiore sarà appoggiata al chiodo, distribuendo meglio il peso del quadro.

Per non rischiare di appendere il quadro storto, il metodo migliore è usare una livella o bolla. In commercio se ne trovano di vari tipi, da quelli tradizionali a quelle laser più sofisticati. Se si volesse realizzare una composizione di tanti quadri tutti allineati al lato superiore o inferiore della cornice, la livella è utilissima proprio per definire l’esatta posizione del primo. Gli altri saranno allineati di conseguenza.

Per quanto riguarda il peso invece, per i quadri sotto i 5 kg, un solo chiodo è più che sufficiente, basta che sia da 3,75 cm o da 5 cm. Altrimenti la scelta può ricadere anche su ganci, viti e tasselliSopra i 10 kg di peso invece, è meglio usufruire di una vite autofilettante o un bullone a molla con un foro da 1,25 cm praticato con un trapano.

Nel caso in cui si vuole evitare del tutto di forare il muro, vi sono metodi alternativi facilmente reperibili in commercio ma solo per quadri moderni come quelli che trovate su https://www.momenti-casa.it/collezioni/crazy-home-paintings-206 o pannelli lggeri.

Le strisce adesivi sono un ottimo metodo di sostentamento. Infatti una coppia di strisce sostiene un peso di 1,4 kg con grandezze di cornici inferiori al 20×28 cm. Due coppie di strisce sosterranno un peso di 2, 7 kg per quadri inferiori a 28×44 cm. Quattro coppie sosterranno invece un peso di 5,4 kg per una grandezza inferiore a 46,61 cm. I ganci adesivi invece, possono essere utilizzati per quadri leggeri con un peso compreso fra i 2,3 e 3,6 kg. Per i quadri più grandi, ovviamente bisognerà usare più ganci. Infine, metodi quali nastro e gomma adesivi, possono sostenere solo quadri molto leggeri con un peso max di 500 g ma, rischierete di scrostrare la stessa vernice dal muro perchè con il tempo diventeranno gommose e difficili da staccare.

 

Fonte: Momenti-Casa.it


A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

 

Read more
12 mesi in 5 step per organizzare il matrimonio perfetto.
,

12 mesi in 5 step per organizzare il matrimonio perfetto.

Si sa, tutte le donne sogniamo di indossare l’abito bianco prima o poi e sfilare sotto la navata a suon di marcia nuziale. Ma quali sono tutti gli step per arrivare al grande SI? Scopriamoli insieme con questa pratica guida.


Organizzare un matrimonio non è poi così semplice come l’abbiamo sempre immaginato da piccole. Bisogna concentrarsi su ogni piccolo dettaglio affinché tutto sia perfetto per il grande giorno. Passo dopo passo, andremo a studiare tutti i vari passaggi per fare tutto nei tempi giusti, senza riscontrare amare sorprese.

STEP 1 – 12 mesi prima

Ovviamente il primo passaggio che bisogna affrontare è la proposta di matrimonio. Senza un compagno pronto a sopportarci per tutta la vita, si va ben poco lontani. La data delle nozze e la tipologia di funzione della cerimonia sono le prime decisioni da prendere. Potrete pensare di farlo con rito religioso avendo il nulla osta del proprio parroco, o con rito civile necessitando della cosiddetta “Promessa di matrimonio”.

In entrambi i casi è opportuno fissare con il Comune di appartenenza la data per le “pubblicazioni matrimoniali”.

Decisione essenziale a questo punto è stilare una lista di persone da invitare alla cerimonia e cominciare a girare per vari ristoranti e location per matrimoni, valutando costi, distanze, spazi e soprattutto preventivi.

ristorante-matrimonio-riminiUn mio consiglio è visitare il Relais I Tre Re, una maestosa struttura ricavata da un’antica torre del 300 situata sulle colline della Valmarecchia, è la location ideale per matrimoni a Rimini e dintorni https://www.itrere.net/wedding/. La villa gode di un incantevole panorama sul mare, ideale per celebrare il giorno del vostro matrimonio in tutte le stagioni. Il ristorante per matrimoni a Rimini vi offrirà un ambiente romantico, elegante ed accogliente fino a 150 persone.

Ora donne è giunto il momento più bello ed emozionante di tutte. Prendete le vostre mamme, amiche, nonne, zie, cugine e prendete appuntamento con tutte le maison da sposa che conoscete e provate tutti gli abiti possibili. Tanto quando troverete quello giusto, lo capirete subito.

STEP 2 – da 11 a 7 mesi prima

Scelto l’abito, tutto sarà in discesa. Forse avrete già immaginato chi vorrete al vostro fianco sull’altare, oltre il vostro futuro marito ovviamente. La scelta dei testimoni è fondamentale, saranno loro che testimonieranno la vostra solenne promessa. Cercate persone che vi saranno accanto in ogni momento della vostra vita.

Inoltre è il caso di cominciare a scegliere gli addobbi floreali, il fotografo, un dj o band di intrattenimento e la scelta di un corso di preparazione pre-matrimoniale (nel caso di rito religioso). Di norma questi corsi durano un paio di mesi ma con frequenza obbligatoria.

Meno dura ma comunque da decidere è il trasporto in chiesa dei futuri sposi. La classica scelta ricade sempre su auto costose come limousine o ferrari, ma se volete essere originali e anche un po’ trash potrete affittare una carrozza con i cavalli, un 3 ruote, e perché no, una bicicletta o un sidecar.

STEP 3 – da 6 a 3 mesi prima

A questo punto potrete cominciare a valutare eventuali mete per la luna di miele e il periodo di soggiorno, definire la lista degli invitati in modo definitivo, decidere le bomboniere, scegliere le partecipazioni e richiedere la conferma definitiva sia degli invitati, sia dei testimoni.

Per i parenti e gli amici che vengono da lontano, sarebbe carino preparare loro informazioni utili per il fatidico giorno e perché no, affittare un pulmino per il trasporto degli stessi durante tutta la giornata.

Lo sposo, che nel frattempo ha scelto solo il suo abito, molto probabilmente sotto minaccia della madre, rimane solo la preferenza per il bouquet della sposa. A voi la scelta del parrucchiere, della truccatrice, della lista nozze e delle fedi nuziali.

STEP 4 – da 2 a 1 mese prima

E’ il momento di far entrare in campo amiche e amici degli sposi con i classici addio al nubilato e al celibato. Spero per voi che organizzeranno qualcosa di indimenticabile e non una classica uscita con “cazzetti in testa” ad ingurgitare cicchetti.

Mete ambite per le donne sono sicuramente Malta o Ibiza; la classica Amsterdam o Barcellona per i maschietti.

Il week end fuori è il regalo più bello che potrete ricevere ma spesso può capitare che non si riesca a mettere d’accordo tutti gli amici. A questo punto potrete optare per una giornata in barca in estate o sulla neve in inverno.

Non mancheranno eventuali scherzi che i vostri amici cominceranno a preparare. Qui non avrete fattore decisionale, vi potrete affidare solo alla loro clemenza.

Scontata ma non troppo è la classica “intervista doppia” stile iene da mostrare ai parenti durante la cerimonia.

STEP 5 – ultimo mese

Dovrebbe essere quasi tutto definito. Avete prenotato tutto e le giornate iniziano a sembrarvi troppo corte per incastrare i vostri appuntamenti.

È tutto normale, don’t worry, si chiama ansia da prestazione. Due gocce di valeriana prima di andare a dormire e passa la paura.

A questo punto sperate di non aver dimenticato nulla e se mai dovesse esservi sfuggito qualcosa, mettetela sul piano “non voglio un matrimonio convenzionale”, funziona sempre.

Godetevi la “VOSTRA” giornata perché sarà il più bel ricordo che avrete nella vostra vita e…viviate felici e contenti.

Fonte: I tre Re

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
La lavorazione del cuoio ha un nome: Indianini Hector
,

La lavorazione del cuoio ha un nome: Indianini Hector

Gli stivali indianini Hector sono un must have per ragazze e donne giovani non solo per la loro seducente praticità ma anche per il loro stile casual e versatile. Ma da dove nasce il valore del pellame utilizzato? L’importanza del cuoio dall’età primitiva ad oggi.

 

Il trattamento della pelle è un procedimento molto antico, che risale all’età preistorica quando le pelli venivano utilizzate per ripararsi dagli agenti atmosferici.

Fin dalle civiltà primitive, gli uomini che popolavano la terra non sarebbero sopravvissuti alle rigide condizioni climatiche senza l’utilizzo delle pelli di animali. Infatti grazie a molti reperti storici si è potuto constatare che le pelli erano usate per gli oggetti più comuni più di 5000 anni fa.

Già dal medioevo invece, il cuoio veniva usato in modo molto più semplice e soprattutto negli utilizzi più quotidiani. Infatti grazie all’avvento delle stoffe, il cuoio venne sostituito con tessuti più facili da lavorare e meno difficili da reperire.

Un ulteriore utilizzo del cuoio era quello nel settore bellico. Qui si spaziava da oggetti come foderi per spade e daghe, rivestimenti di scudi e parti di armature quali elmetti, guanti, protezioni da inserire sotto le armature. Gli antichi guerrieri romani e greci utilizzavano il cuoio molto duro per costruire scudi e corazze.

La pelle, originariamente, era ricavata solo dagli animali frutto di battute di caccia e, successivamente, anche dagli animali di allevamento, riciclando un materiale considerato di scarto nella catena alimentare.

Gli utilizzi più comuni del cuoio erano mirati alla realizzazione degli accessori dell’abbigliamento come borselli da cintura, borse a tracolla, grembiuli da lavoro destinati ad artigiani, cinture ecc..

Durante il Rinascimento, l’arte di lavorare e decorare il cuoio ebbe un notevole sviluppo. L’uso del cuoio era ampiamente diffuso anche per produrre manufatti di uso più popolare, come per esempio calzature, che restavano, tuttavia, un manufatto piuttosto costoso, non accessibile a tutti.

Le pelli, prima di essere utilizzate, necessitano di un accurato trattamento per evitare che il prodotto vada in putrefazione ad alte temperature o si irrigidisca alle basse temperature. La “concia della pelle” è il processo lavorativo che si deve seguire per evitare questi inconvenienti.

indianine-hector-riccioneOggi la lavorazione del pellame è prodotto con sistemi più moderni e adeguati alla grande richiesta del mercato. Pelle e cuoio sono utilizzati per un gran numero di articoli, pur restando l’industria calzaturiera la destinazione principale. Infatti è il materiale più richiesto da stilisti e creativi per la produzione dei propri articoli, realizzati da artigiani ad hoc e prodotti interamente a mano, come gli Indianini Hector.

Negli ultimi anni la moda degli indianini originali è esplosa in tutta Europa e oltreoceano. Nel suo laboratorio artigianale, Hector, artigiano e designer di Riccione, utilizza esclusivamente materiali di primissima scelta. Cura personalmente la rifinitura e la selezione dei pellami e ha creato la particolare suola, resistente e idrorepellente, che distingue il suo stivale dalle imitazioni. Tutti i modelli sono cuciti e borchiati rigorosamente a mano. Dai un’occhiata agli indianini online sulla pagina https://www.hector-riccione.com/it/content/8-indianini-originali

Hector crea collezioni limitate originali e uniche.

Fonte: Hector-Riccione

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
San Marino: Tra Arte, Storia e tanti negozi di Scarpe
,

San Marino: Tra Arte, Storia e tanti negozi di Scarpe

Tra outlet, centri commerciali e negozi di scarpe, San Marino ha da pochi anni istituito il Marchio di Origine e Tipicità per tutelare, valorizzare e promuovere la produzione artistica e tradizionale dei suoi valori. Godetevi lo Shopping con un panorama mozzafiato!

 

Forse molti di voi non lo sapranno, ma San Marino, stato indipendente dal 301 d.c., è una meta imperdibile per gli “shopping addicted”, provenienti da ogni dove. Il panorama mazzofiato che fa da cornice alla bella riviera romagnola, nasconde infatti, negozi di scarpe e mercatini artigianali che c’è solo l’imbarazzo della scelta.
Molteplici tipologie per ogni tipo di acquisto, ad ogni angolo si nasconde una sorpresa, ed è impossibile non essere soddisfatto in tutto quello che ricercate.

Cosa comprare nella Repubblica di San Marino?

Nel centro storico dell’antica città, tra centinaia di chioschi e vetrine colorate, è facile imbattersi in negozi tipici, ricchi di prodotti di produzione locale realizzate secondo le più antiche tradizioni dello Stato. Dalle ceramiche dipinte a mano, passando per storici francobolli, raffinati pizzi e ricami e soprattutto oggetti lavorati in ferro battuto, ma anche produzioni dolciarie molto gustose, quale le Tre torri, il dolce tipico di San Marino.
Tra gli acquisti più ricercati, per chi viene oltre confine, troviamo sicuramente vasta scelta in abbigliamento, calzature, elettronica, strumenti musicali, profumi e cosmetici.
Il bello arriva anche appena fuori del centro storico, dove molti negozi, outlet e centri commerciali, racchiudono un tour imperdibile per tutti i turisti in cerca di Scarpe a San Marino, borse e occhiali da sole delle migliori marche.
In zona di Dogana, nello storico negozio di calzature di San Marino, Gennari Calzature http://www.gennaricalzature.com dal 1953, Alessia e Emanuela soddisfaranno ogni vostra esigenza proponendovi le migliori collezioni di modelli di scarpe Made in Italy di nicchia del territorio.
Scarpe San Marino

“La nostra soddisfazione più grande è quella di sentirci dire che le nostre calzature sono indistruttibili
Sono tanti i clienti che vengono a farci visita anche solo per un saluto, mostrandoci le scarpe che hanno acquistato tempo fa, ancora nei piedi e in ottime condizioni!”

La loro mission rispecchierà a pieno ogni tipologia di esigenze, offrendo scarpe di qualità e alla moda, facendovi sentire sempre entusiaste del vostro acquisto. Eleganza, comodità e convenienza in un unico punto vendita. Ma non solo scarpe a San Marino ma anche borse, accessori di piccola pelletteria, foulard e bijoux per arricchire i vostri acquisti di tutti i dettagli di cui avrete bisogno per ogni occasione speciale.
Per questo, da oltre 60 anni, Gennari Calzature si conferma uno dei migliori e più completi negozi di calzature e accessori a San Marino e della provincia di Rimini.

Perchè conviene acquistare tante calzature a San Marino?

La differente imposizione fiscale dall’Italia alla Repubblica di San Marino, rende questo Stato sempre più ambito sopratutto per le “spese pazze”. San Marino, essendo uno stato fuori dall’Unione Europea, presenta un sistema tributario differente, con una leva fiscale molto più leggera rispetto alle altre nazioni, spesso presentando prezzi molto inferiori rispetto a molti outlet presenti sul nostro territorio.

 

Fonte: Gennari Calzature

 

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more