La classicità di un Moncler. Nella Riviera è indispensabile!
, ,

La classicità di un Moncler. Nella Riviera è indispensabile!

La classicità di un Moncler. Nella Riviera è indispensabile!

Il marchio Moncler nasce come brand specializzato in abbigliamento invernale, più precisamente da montagna. Ma oggi è arrivato nella moda globale, finendo persino alle strade, in modo che chiunque si possa vestire Moncler, senza distinzioni. Per celebrare questa sua spinta verso il futuro, Moncler racconta con la sua distintiva impronta ’80s attraverso i suoi capi non solo la versatilità che rende ineguagliabile il brand, ma la sua essenza streetwear sempre più in crescita e ad oggi, costantemente in evoluzione.

Nel 1981 apre la prima boutique Bennys situata a Rimini, più precisamente nella zona di Marina Centro. Il negozio diventa popolare grazie alle proposte di brand innovativi e alla moda, e di conseguenza altamente apprezzata per la gamma di prodotti che contiene al suo interno. Sull’onda di questo successo nel 1989 apre in un palazzo antico del centro storico di Rimini la seconda boutique.

Qui oltre ai marchi più importanti di abbigliamento viene creato uno spazio dedicato ad abiti da uomo sartoriali. Ma la particolarità viene catturata subito dall’occhio. All’interno delle boutique infatti sono esposti capi firmati di tanti marchi importanti della moda internazionale e italiana, ad esempio Hogan, Missoni, Karl Lagerfeld, Ralph Lauren, Tod’s, Victoria Beckham, Moncler.

É necessario e interessante concentrarsi maggiormente su Moncler. Benny’s oltre che essere un negozio di abbigliamento Riminimulti marca più importanti e conosciuti di Rimini e dintorni, è anche rinomato specialmente per i prodotti firmati Moncler: le giacche da donna e da uomo firmate Moncler sono un ‘must’ di cui i Riminesi (in questo caso) devono avere almeno un capo dentro l’armadio.

Benny’s raccoglie quei capi semplici, tradizionali, ma sempre alla moda: la nuova generazione Moncler è grintosa, creativa, audace e che non ha paura di osare. All‘interno della boutique troviamo una varietà di giacche, partendo dal classico ‘Gilet Mexico’ molto comodo d’estate e nei mesi primaverili, in nylon con chiusura a zip e con logo tono su tono. Come si può osservare all’interno delle boutique e sul sito web di Benny’s, i capi firmati Moncler variano da giacche più semplici in nylon, ad impermeabili dal taglio molto lineare ma comunque femminile, nel caso dei capi dedicati alla sezione ‘donna’. Non mancano lunghi trench, un tipo di impermeabile caposaldo intramontabile del guardaroba classico, maschile e femminile, da quasi un secolo.

Benny’s sceglie il trench ‘Roche’ lungo ed elegante, con abbottonatura a doppio petto, efficace per la protezione dal vento: tessuto tecnico, doppia tasca e cintura a fusciacca. Per quanto riguarda i giubbotti invece, ne vengono proposti diversi tipi: il classico giubbotto ‘Loty’ contraddistinto da una coulisse elastica in vita e una balza di pizzo sul fondo ricamata con le lettere del marchio Moncler, molto giovanile, elegante e raffinato, in grado di creare un perfetto abbinamento anche con un semplice paio di jeans e adatto in ogni momento della giornata. Sempre nella collezione di giubbotti Moncler Primavera/Estate, il modello ‘Vivre’ dà un tocco di classe a quello che altrimenti sarebbe un giubbotto molto semplice, attraverso la chiusura anteriore con zip e volant lungo tutta la cerniera di chiusura: questo modello mostra una sottile eleganza, può abbinarsi ad un pantalone più elegante per una serata con amici ad esempio.

Se poi si preferisce una giacca più classica, stile scolaresco, Benny’s all’interno delle sue boutique ha il classico giubbotto ‘Actinote‘, di nylon impermeabile, e polsini di canetè bianco rosso e blu scuro, colori distintivi del marchio Moncler. Non tralasciamo un dettaglio importante di tutti questi indumenti che li rende quelli che sono: l’inconfondibile logo ricamato rigorosamente su ogni capo di abbigliamento firmato Moncler. I negozi di Benny’s situati nella città di Rimini, mettono a disposizione del cliente numerosi capi di abbigliamento oltre a quelli brevemente descritti, oltre alle giacche, trench e giubbotti.

Se si ha la possibilità di fare un breve giro lungo il litorale o in centro a Rimini, vale la pena dare un’occhiata all’interno di queste boutique per capire meglio la varietà e la peculiarità dei capi contenuti all’interno, garantita tradizione italiana nel vestire e originale versatilità.

 

 

Ufficio Stampa Guest.it

Turino Maria Chiara

Read more
Alla scoperta della camicia perfetta
,

Alla scoperta della camicia perfetta

Nel momento in cui si sceglie una camicia, è fondamentale prestare attenzione ad alcune regole da seguire che permettono di ottenere i migliori risultati possibili in termini di eleganza. Non si tratta solo di comprare la camicia giusta, ma anche di indossarla in maniera appropriata e, soprattutto, di abbinarla nel migliore dei modi possibili. Uno dei primi parametri a cui si deve pensare riguarda la lunghezza della camicia: quando essa è destinata a venire indossata sotto un abito, è importante che sia più lunga nella parte posteriore, così che non possa uscire dai pantaloni. Una cura specifica, inoltre, deve essere riservata al colletto, le cui punte non devono mai essere fatte uscire dai revers della giacca: è questa la ragione per la quale occorre un rapporto perfetto tra la camicia e la giacca. Sempre in tema di colletto, quello francese non va mai usato quando si veste un abito elegante: se proprio si è alla ricerca di una soluzione – per così dire – snob si può puntare sul collar club.

Come si abbottona la camicia

Non tutti conoscono i giusti trucchi e i segreti da mettere in pratica per abbottonare la camicia come si deve. Prima di tutto, però, c’è da sottolineare che abbottonarla non è un obbligo: la si può tenere anche sbottonata, sempre a condizione che essa venga abbinata con un blazer. In tale circostanza, l’ascot deve essere legato al collo: così si può essere certi di beneficiare di un effetto elegante. Passando alla camicia button down, è praticamente vietato indossarla con una cravatta: il galateo impone di ricorrervi in assenza di altri accessori.

Lo smoking e la camicia

Non di rado ci si pone in cerca di camicie uomo online pensando a come esse andranno abbinate con gli smoking. Ebbene, in presenza di un abito formale come questo il consiglio degli esperti è quello di prediligere una camicia dotata di un colletto con punte risvoltate; lo stesso discorso vale per un altro abito elegante, vale a dire il tight. Tra le altre regole pratiche che è opportuno ricordare, c’è quella che chiama in causa il colletto alla coreana, il quale è consentito unicamente in barca, specialmente se abbinato a bermuda. Il collar club, invece, non può che essere abbottonato e associato a una cravatta in reps di seta.

La camicia diplomatica

Quando si è intenzionati a indossare una camicia diplomatica con lo sparato plissé, il suggerimento è quello di ricorrere a un abito tuxedo, per poi completare l’opera con un cravattino annodato a papillon che ben si adatta alle occasioni più importanti. Con un abito, invece, devono essere sempre evitate le camicie a righe, a prescindere dal fatto che si tratti di righe oblique o trasversarli: e ciò è vero a maggior ragione quando le camicie in questione presentano un colletto a contrasto. Attenzione alle camicie sartoriali, i cui colletti devono essere realizzati con dieci punti di cucitura per centimetro, e alle camicie a fantasia, che richiedono dei pantaloni in cotone e di cui comunque non si dovrebbe abusare.

La bottoniera coperta

Solo quando si utilizza il papillon è ammessa la camicia con la bottoniera finta o coperta. Per il resto, i bottoni possono essere con spessore o piatti, ma in tutti e due i casi devono essere in madreperla. Infine, il tocco sartoriale: affinché la camicia possa garantire una vestibilità impeccabile, occorre che il carré delle spalle sia tagliato a metà.

Read more
Moda Autunno inverno 2018/19 – tendenze
,

Moda Autunno inverno 2018/19 – tendenze

Dopo la stagione calda, anche se non lo si confessa, si ha voglia di tornare ad indossare capi avvolgenti che danno la sensazione di proteggerci e coccolarci. Ogni anno si cerca di scoprire come rinnovarsi e le riviste fanno a gara per ispirarci. Dalle sfilate, dalle riviste e dalle vetrine arrivano indicazioni che poi troviamo nei grandi magazzini veri interpreti della moda di ogni giorno.

Quindi cosa ci aspetta per questo autunno inverno? il classico suggerito con un’anima retro ma anche ispirato al mondo anglosassone. In linea generale si può dire che il trend del ritorno al passato continua con un po’ di fantasia in più sui materiali e colori. Ma all’orizzonte spuntano segnali da cogliere per vestirsi ogni giorno con quel qualcosa in più che non trasforma ma rinnova e lo fa lentamente fino a diventare una nuova moda.

Alla ricerca dello stile e della femminilità, la stagione “fredda” si apre con la tendenza che continua sull’oversize, parola d’ordine comodità, così saranno i cappotti a vestaglia, le mantelle con colori non eclatanti, anzi neutri con il black & white che vedremo su molti capi.

La tendenza al passato è ormai un classico come lo stile punk rock reinterpretato quel tanto che basta per renderlo attuale. Sul sito OVS questo trend è ampiamente rappresentato con una vera linea dedicata. Il piumino è voluminoso e volutamente gonfio così come si usavano un tempo.

Comodità ma anche praticità

Le camicie sempre più rappresentative di un outfit essenziale e votato alla quotidianità lavorativa, specie se le abbiniamo al blazer. Con qualche aggiunta, come un gioiello si trasformano in una mise perfetta anche per l’aperitivo.

Che dire della moda della zampa di elefante, che perdura. Insieme a questo trend c’è la ritrovata linea a vita alta che ci riporta a ben prima degli anni ’80.

Cosa ci dobbiamo aspettare come segno di cambiamento? con probabilità tornano le Pencil skirt e le minigonne. Colorate e abbinate alla giacche casuale da portare chiuse. Gli abbinamenti spingono verso maglioni mini in cashmere, con un leggero tocco chic. Le gonne tornano protagoniste anche in formato extralong indossate anche con le sneakers.

I maglioni di lana invaderanno le strade in versione comfort, con linee morbide e un look che sembra fatto in casa. Li si indossano con gli eterni jeans rivisitati in versione più comoda e creativa con cenni di rinnovamento magari con il 5 tasche.

La moda nei grandi magazzini che disegnano la contemporaneità

Tutte le interpretazioni della moda che sta per arrivare sono a disposizione in luoghi dove è facile ampliare la scelta a dismisura. E’ questo il merito dei grandi magazzini, ogni look o tendenza viene proposta nel suo insieme, ed è ciò che ci vuole per non rischiare di concentrarsi su un capo alla volta in maniera disgiunta. Una tendenza riguarda un gruppo di abiti, non si può pensare che un outfit reinterpretato degli anni ’90 abbia singoli elementi trainanti.

Il gusto di provare ad indossare una tendenza è proprio quello di estrarne l’essenza ed allora uno stile punk ha dei colori quasi rigidi da abbinare, ci sono degli accessori, ed un senso del gusto che ha colui che si sta immaginando di indossare quegli abiti.

Giacche lunghe di pelle in contrapposizione allo Sporty, tutto appare abbondante e comodo, come i cardigan che prendono vita con colori accesi e mischiati. La ciniglia e velluto riprendono spazio come materiali riscoperti.

Non si sa cosa predominerà ma c’è chi scommette sullo stile londinese che prenderà spazio un po’ dappertutto. Il grigio per l’uomo anche in doppio petto ed in generale la riscoperta del classico negli abiti destinati ad un pubblico adulto.

Read more
Scarpe da donna estate 2018: ecco come scegliere la calzatura adatta al proprio fisico
,

Scarpe da donna estate 2018: ecco come scegliere la calzatura adatta al proprio fisico

L’estate è senza dubbio un periodo molto ricco e variegato dal punto di vista delle tendenze moda: ad ogni inizio di stagione infatti, brand e stilisti portano sulle passerelle delle più note fashion weeks del pianeta tutte le tendenze, i colori, le linee di abiti e accessori che andranno per la maggiore.

D’estate si indossano più volentieri capi stravaganti, colori accesi e stampe ricercate e si prediligono accessori particolari, anche nel campo delle calzature.

Le scarpe estive infatti sono particolarmente allegre e colorate, oltre che femminili e chic.

Indubbiamente però, quando si parla di scarpe, ogni donna ha le sue preferenze: c’è chi ama i tacchi alti, chi preferisce le più comode zeppe, chi non abbandona neanche con il caldo gli amati anfibi e chi invece vivrebbe 24 ore su 24 in infradito.

Se ogni donna ha le sue preferenze, è anche vero che non tutte le calzature stanno bene a tutte e che la scelta della scarpa non dovrebbe mai prescindere un’analisi preventiva della fisicità di ogni donna oltre che dall’outfit scelto.

Per fortuna ogni brand offre numerose possibilità di scelta, per tutti i gusti e per tutti i fisici: da Pittarello scarpe donna per l’estate 2018 ad esempio, sono tante, dalle linee differenti e con colori e stampe da abbinare a seconda dell’abito scelto.

Ma vediamo meglio quale calzatura scegliere in base alla propria fisicità per enfatizzare i propri punti di forza.

Scarpe estate 2018: ad ogni donna la sua calzatura ideale

Il compito della moda, dunque non solo degli abiti ma anche degli accessori, non è solo quello di vestire la donna, ma anche quello di comunicare la sua personalità, mettere in risalto i suoi punti di forza e nascondere o mimetizzare gli eventuali difettucci.

Nel campo delle calzature soprattutto, la scarpa giusta non solo permette di mantenere una falcata femminile e confortevole, ma è in grado anche di slanciare, fare apparire la figura più snella, migliorare la postura, rendere le gambe più affusolate e così via.

Al contrario, scegliereuna scarpa che non ci valorizzi appieno, rischia di far apparire più tozze e sgraziate o, peggio ancora, regalare una camminata insicura e poco femminile.

Ma come si sceglie la scarpa giusta?

Nella moda è tutto un sottile gioco di proporzioni: se si è già naturalmente alte e slanciate, non è necessario indossare tacchi vertiginosi, ma neanche è obbligatorio indossare scarpe rasoterra per non apparire troppo alte.

La soluzione migliore in questi casi la offrono tutte le calzature dal tacco medio: le sling back, ad esempio, sono la calzatura perfetta per chi è alta, perché con la loro aria bon ton e il tacco solitamente piccolo e sottile (il considettokittenheel) danno subito un’aria elegante e chic, senza risultare né scomode né poco femminili.

Le sling back dunque sono le migliori alleate per l’estate 2018, specie se abbinate a pantaloni palazzo dai colori pastello o maxi dress dall’aria romantica che ingentiliscono anche una figura vagamente androgina.

Al contrario, chi è piccolina, troverà degli alleati fenomenali nelle classiche zeppe super colorate tanto di moda quest’estate, ma anche nei bellissimi sandali gioielli con tacco alto o medio alto.

Un’altra calzatura molto consigliata quando non si è altissime è la decolletéopen toe, da scegliere rigorosamente con tacco robusto se si lotta contro qualche chiletto di troppo.

Il segreto per apparire più alte in questi casi è molto semplice: basta scegliere delle calzature in colori neutri, quanto più possibile vicini al colore della propria carnagione, cercando di non scegliere calzature con cinturini vistosi alla caviglia che rischiano di “tagliare” la gamba e far apparire subito più tozze.

Read more
Borse in pelle: Autunno-Inverno 2018/19 è di moda l’autenticità
,

Borse in pelle: Autunno-Inverno 2018/19 è di moda l’autenticità

Ogni anno la moda segue delle tendenze, negli abiti come negli accessori, spuntano nuovi colori, forme e qualche idea eccentrica si fa largo tra le altre. E’ un processo evolutivo che abbraccia la moda femminile da quando si è iniziato a capire che essenzialmente la donna ha bisogno di novità per rinnovarsi costantemente.

Questo desiderio viene interpretato dalle grandi firme che inebriano le passerelle di tutto il mondo con ragazze che indosserebbe bene anche uno straccio. Fortunatamente nel mondo delle borse le cose sono un po’ diverse, c’è una tendenza che non cambia mai. Per una donna la borsa deve essere autentica, vera. E’ come se dicesse, va bene tutto ma con la borsa non si scherza.

Sicuramente il mondo si evolve anche in questo settore ma è come se lo facesse mantenendo un punto fermo, la “qualità“. Lo sguardo di una donna si fissa sui particolari come le cuciture, le cerniere, la robustezza, la morbidezza, in poche parole l’autenticità. Ed è così da sempre, qualsiasi sia il modello, deve essere fatto bene, meglio se con criteri artigianali.

Quindi sulle passerelle di tutto il mondo ogni anno va in onda l’evoluzione della tradizione, ed una borsa per esser tale e di valore deve essere di autentica pelle possibilmente lavorata con metodi artigianali.

Il mondo è cambiato e va di moda anche come si acquista, perché non comprare la propria borsa in pelle dal negozio che ha l’articolo che desidero, piuttosto che cercare in mille vetrine? Una pelletteria online espone tutti i suoi prodotti, li spiega, conosci il prezzo e l’articolo lo valuti con serenità.

Vediamo quali sono le tendenze per l’Autunno – Inverno 2018-19.

Dominano le borse grandi

Le maxi bag sono in cima ai desideri di una donna spigliata e moderna, impegnata e che ha bisogno di spazio. Uno spazio organizzato dove gli scomparti tengono conto degli oggetti più usati e delicati come uno smartphone da riporre e ritrovare velocemente.

La tracolla

Comoda e perfetta da indossare con qualsiasi outfit la tracolla aggiunge eleganza, una punta di retrò in questo articolo evergreen.

Le borse a mano

Le donne amano queste genere di borse poiché le grandi dive del passato le indossavano e ne hanno fatto la storia, basti pensare a Colazione da Tiffany con Audrey Hepburn. Il gusto per grandi cerniere dorate che sormontano tutto il perimetro, manici morbidi e ampi, le borse a mano più casual sono dotate all’occorrenza anche della tracolla.

Le Pochette e Clutch

Per la sera e gli avvenimenti mondani una pochette o una clutch dona femminilità. Eccentriche o super classiche si devono abbinare all’outfit. Con una total black con catena d’oro non si sbaglia mai.

Gli zaini sono sotto i riflettori

Già da qualche anno lo zainetto è tornato prepotentemente, non è più relegato alle giovanissime ma si è fatto largo negli uffici. Non ci sono confini di utilizzo per un articolo interpretabile a piacere, classico o colorato, a pera o tecnico, dipendono dalla personalità dell’utilizzatrice.

Le Mini bag

Non può mancare nell’armadio di una donna una Mini bag, espressione di eleganza e raffinatezza, è come indossare un gioiello e con essi va en pendant. Segni scintillanti non mancano per la catena in oro o qualche strass.

Le borse a secchiello

Ammirate dagli anni ’80 per la sensazione di spazio organizzato. Le linee regolari ordinano l’outfit  e la loro versatilità nascosta permette di portare con se tutto il necessario. I colori vanno sul pastello adatti soprattutto per l’autunno.

Il Marsupio

Non si può parlare di moda anni ’90 senza accennare al marsupio. Un classico ripristinato e rivalutato a cingere la vita nei colori dell’outfit per farlo apparire come un elemento incorporato e non più a se stante.

Read more
Guida alla scelta del porta carte di credito
,

Guida alla scelta del porta carte di credito

Tra gli accessori che contribuiscono a definire il look di una persona e a decretarne la sua eleganza, il porta carte di credito è in grado di coniugare funzionalità e design in un mix perfetto. Si tratta di un elemento solo in apparenza banale, ma in realtà di grande importanza, a cui non si può proprio rinunciare: se scelto con attenzione, garantisce una resa impeccabile a livello estetico e non solo, al punto da rivelarsi un must have nel guardaroba di ogni uomo.

La funzionalità e l’eleganza

Che sia realizzato in pelle o con altri rivestimenti, il porta carte di credito ha la straordinaria capacità di sintetizzare in un solo accessorio il massimo della funzionalità e della raffinatezza che si possano desiderare, e in quanto tale si adatta a qualsiasi stile di abbigliamento. Non importa che si sia abituati ad andare in giro in giacca e cravatta o che si preferisca un outfit più casual: questo elemento merita di essere tenuto sempre a portata di mano, all’interno del portafogli o nella tasca dei pantaloni, nel giubbotto o in una borsa a tracolla, in una ventiquattrore o nello zaino. Un prodotto perfetto per tutte le età, che consente di avere a disposizione le carte di credito, le carte di debito e in generale tutte le carte di pagamento che possono servire quando ci si trova in giro: e questo è anche il motivo per il quale vi si può fare affidamento quando si è in viaggio o in vacanza.

Nel caso in cui si opti per una copertura in pelle, magari di vitello, si ha la possibilità di beneficiare di un materiale che non solo è gradevole alla vista, ma che si dimostra altrettanto piacevole al tatto. E, per di più, è in grado di durare a lungo nel tempo, in virtù di una resistenza all’usura che si traduce in una straordinaria longevità. Il numero degli scomparti può variare a seconda dei modelli: di solito, però, ce n’è uno per le banconote insieme con altri due per le carte, uno su ciascun lato.

Come usarlo

Al di là di quel che il nome lascia intuire, il porta carta di credito può essere usato per tenere con sé non solo le carte di pagamento e il Bancomat, ma anche la tessera sanitaria, la patente, il codice fiscale, il badge per entrare in ufficio, l’abbonamento del treno, la carta fedeltà del supermercato, la tessera della biblioteca, un po’ di biglietti da visita, e così via. Non si tratta di una alternativa al classico portafoglio ma di uno strumento complementare ad esso, un alleato a cui affidarsi nelle situazioni più comuni della vita quotidiana, in grado di abbinare utilità e classe. Se è vero che di solito è destinato a essere confinato in una tasca e quindi nascosto, è altrettanto vero che nel momento in cui viene estratto non può che catturare l’attenzione di chiunque lo noti.

Come sceglierlo

Le proposte sul mercato sono molteplici, con soluzioni estetiche differenti a seconda del tipo di design per cui si vuole optare. I porta carte di credito più contemporanei, per esempio, mettono in mostra uno stile minimal e sono ultra sottili; la disponibilità del blocco RFID è una soluzione che vale la pena di tenere in considerazione a fini di sicurezza per evitare inconvenienti con le carte, mentre il numero di tasche è, ovviamente, variabile. La presenza di un pulsante pop-up è un’alternativa davvero invitante: è sufficiente cliccarvi sopra per fare uscire una dopo l’altra le varie carte, che in questo modo possono essere estratte e scelte con la massima facilità.

Read more
Negozi specializzati nella vendita di abbigliamento militare
,

Negozi specializzati nella vendita di abbigliamento militare

In Italia, sono pochi gli store dediti alla vendita di indumenti e accessori militari di alta fascia. Tra questi, Manhattan Military (www.manhattan-militaryshop.com) è indubbiamente uno dei più famosi military shop specializzato nella vendita di abbigliamento militare e accessori tattici pensati per un pubblico esigente alla ricerca di prodotti sempre più funzionali e innovativi. Inoltre, attraverso la piattaforma online sarà possibile visionare la merce in promozione o scoprire le ultime novità.

I potenziali acquirenti e gli appassionati di sport estremi all’aria aperta avranno la possibilità di acquistare qualsiasi capo o accessorio con un semplice click direttamente dalla poltrona di casa.

L’offerta è piuttosto ampia e grazie all’interfaccia grafica che suggerisce il prodotto alternativo più adatto alle proprie esigenze in base a quello ricercato, è possibile creare ottimi abbinamenti. Manhattan mette a disposizione della clientela solo brand di qualità e tutto il meglio che il mercato ha da offrire inerente al settore “camouflage” e non. In più, è disponibile un servizio di assistenza per tutti quei clienti che necessitano di un aiuto o di una guida pratica per portare a termine le proprie transazioni.

L’abbigliamento militare: un classico che non tramonta mai

Quando si tratta l’argomento riguardante il vestiario mimetico bisogna aver chiaro un concetto: parliamo di uno stile intramontabile con un fascino senza tempo che, se ben abbinato, può essere indossato anche tutti i giorni. La nota positiva di Manhattan è la sua linea di abbigliamento militare pensata per qualsiasi target di clientela in base allo stile, al prezzo e alla modalità d’impiego dei prodotti. La particolarità dei capi è da ricercare nella scelta dei tessuti e dei materiali all’avanguardia quasi tutti brevettati e durevoli nel lungo periodo.

Un altro aspetto essenziale è il comfort che caratterizza questi indumenti: qualsiasi pantalone cargo, giacca o divisa scelta, è pratica da indossare oltre ad essere polifunzionale. Quindi, se state cercando un pantalone cargo, munito di pratiche tasche laterali che possono essere utilizzati anche per attività di caccia o pesca, basta dare una rapida occhiata sul sito digitando sul motore di ricerca interno una specifica parola-chiave scegliendo il prodotto desiderato e aggiungerlo al carrello.

Un esempio? I pantaloni della Alpha Industries mod. Overland in 100% cotone, sono dotati di 2 tasche dietro, 2 tasche davanti e 2 tasche sui fianchi e si rivelano ottimi in qualunque stagione sia per chi pratica sport estremi, sia per chi fa lunghe passeggiate per sentieri impervi. Grazie all’ampia scelta, sul portale sarà possibile trovare altre tipologie di pantaloni (bermuda, pantaloni estivi e invernali) costruiti con filati pregiati che assicurano un’ottima traspirabilità e una buona termoregolazione del corpo per via della loro struttura super leggera e ultra resistente.

Perchè scegliere Manhattan Military?

Il mercato sicuramente offre numerose opportunità e prodotti di vario genere di cui la maggior parte sono di qualità medio-bassa. In questo caso, Manhattan gioca un ruolo di grande spessore in quanto è rinomato per essere rivenditore esclusivo di brand di fama mondiale e molto richiesti dal grande pubblico esperti di abbigliamento militare, casual, streetwear, tactical e survival. Molto di questi marchi hanno una lunga storia nel campo militare e, di conseguenza, conoscono a perfezione le esigenze e i gusti dei consumatori. Ed è per questo che creano capi esclusivi e innovativi grazie a materiali brevettati che, allo stesso tempo, permettono anche una libertà nei movimenti e un’ottima resistenza. Tutti indumenti che possono essere indossati quotidianamente per vivere nella “giungla” delle grandi metropoli assicurando un comfort ai massimi livelli.

Read more
Indianini? Comprali direttamente sullo Shop online.
,

Indianini? Comprali direttamente sullo Shop online.

Scegli il tuo indianino preferito e lo riceverai direttamente a casa tua.

Gli indianini nascono da una passione. Una passione legata principalmente ai cavalli e alle avventure. Un’esperienza di un viaggio in Quebec, che ha dato vita all’ideazione di una nuova calzatura completamente in pelle che si ispira agli stivali anni ‘80 dei nativi d’America.

Hector, è l’inventore del vero e unico indianino originale, apre il suo primo negozio a Riccione nel 1976. Nel laboratorio si utilizzano materiali esclusivamente di prima scelta. Si curano rifiniture e selezione dei pellami e la suola si distingue dalle imitazioni per la sua resistenza e idrorepellenza. Tutti i modelli sono cuciti e borchiati rigorosamente a mano.

La moda di queste calzature, negli anni, è esplosa in tutta Europa e sta già sbarcando oltre oceano. I modelli variano nei dettagli, quali borchie, stringhe o frange, e nella gamma di 20 colori diversi.

Negli anni sono state create varie edizioni speciali in cui sono stati aggiunti dettagli come pietre e cristalli. Per quanto riguarda il look da indossare con gli indianini, non c’è nessuna regola, perché non sono articoli impegnativi, e sopratutto sono molto versatili, e viene lasciata al cliente la più totale libertà di esprimersi, data la varietà di modelli e colori.

Hector dopo aver aperto store a Riccione, e in Spagna a Ibiza e Madrid, ha deciso di mettere a disposizione dei suoi clienti anche un e-commerce sul quale è possibile effettuare l’acquisto di indianini online.

Semplicissimo e intuibile, l’e-commerce www.hector-riccione.comè suddiviso in sezioni: donna, uomo e bambino e per tipologia di articolo. Qui sono presenti anche sezioni riservate all’outlet, alle limited edition o alle novità evergreen.

Nel caso dell’outlet è possibile trovare alcuni modelli scontati. Stivali con colori o pellami non continuativi, ma garantiti e di rapida consegna. Ovviamente è possibile acquistare non solo indianini, ma anche tutti i prodotti correlati come borse, cinture e altri tipi di calzature.

Read more
Calzature Clocharme..stile e tendenze Made in Italy
,

Calzature Clocharme..stile e tendenze Made in Italy

Oltre le gambe c’è di più – così recitava la famosa canzone di Sabrina Salerno e Jo Squillo. Non esiste donna al mondo che non impazzisca per le scarpe, che siano sportive, eleganti o casual è un debole che ci accomuna tutte.

Un armadio pieno di vestiti e non sapere mai cosa indossare? Non parliamo delle scarpe poi..

Décolleté, ballerina, tacco, raso, sandalo…centinaia di modelli e colori ma quella che ci serve, puntualmente non ce l’abbiamo mai.

La scelta della calzatura è la parte più importante per definire il proprio stile. Anche la mise più elegante può diventare anonima, se la scarpa non è all’altezza! Al contrario, un abbigliamento semplice viene immediatamente valorizzato calzando un modello particolare o estroverso.

Clocharme Calzature, sinonimo delle migliori calzature Made in Italy, è il brand che realizza scarpe con lavorazioni artigianali utilizzando solo materie prime di altissima e primissima qualità, pellami morbidissimi, con particolare attenzione ai dettagli e agli abbinamenti. Quando le indossi per la prima volta, hai la sensazione di aver delle pantofole ai piedi, e non ne potrai più fare a meno.

Un manufatto artigianale Made in Italy prodotto da ByBShoes, adatto a chi ha problemi ai piedi e necessita di calzature morbide, ideale per chi desidera calzature originali e di qualità, per chi non ama il monocolore, pensate per una donna che ama prendersi anche un pò in giro con un outfit più casual.

Clocharme si rivolge a persone attente e dinamiche che amano sentirsi sempre perfette in ogni occasione, sia in ufficio che nel tempo libero, sia nel look quotidiano che nelle serate speciali. Calzature Clocharme per Uomo e Donna che seguono i trend attuali nel pieno rispetto dell’anatomia del piede, studiati e proposti in diverse taglie con mezze misure per trovare il ‘fitting’ ideale di un prodotto quasi su misura.

Ogni scarpa è un prodotto unico grazie ai morbidi pellami utilizzati, al microforato, all’ effetto pizzo creato da particolari intagliature, alle stampe originali, all’abbinamento di particolari nuanche, in cui vengono utilizzati sempre colori neutri dalle sfumature della pietra e dell’avorio tenendo sempre in collezione il taupe.

Scoprite l’ assortimento di scarpe Clocharme, nello shop di GennariCalzature http://www.gennaricalzature.com/product-brands/clocharme. Tanti modelli di calzature Clocharme in vendita online.

La qualità e lo stile delle scarpe Clocharme è rintracciabile in ogni modello della collezione autunno-inverno 2018: dove la tradizione incontra la modernità e il risultato è un prodotto che risponde all’eccellenza Made in Italy. Impreziosite da dettagli unici, realizzate con materiali pregiati, progettate sulla base di linee e colori di tendenza, le calzature artigianali firmate Clocharme regalano stile e ricercatezza, originalità ed esclusività, per un look che non si confonde ma si distingue.

Un perfetto connubio di glamour e ricercatezza, per sfoggiare un look impeccabile da mattina a sera!

Fonte: GennariCalzature.com

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
12 mesi in 5 step per organizzare il matrimonio perfetto.
,

12 mesi in 5 step per organizzare il matrimonio perfetto.

Si sa, tutte le donne sogniamo di indossare l’abito bianco prima o poi e sfilare sotto la navata a suon di marcia nuziale. Ma quali sono tutti gli step per arrivare al grande SI? Scopriamoli insieme con questa pratica guida.


Organizzare un matrimonio non è poi così semplice come l’abbiamo sempre immaginato da piccole. Bisogna concentrarsi su ogni piccolo dettaglio affinché tutto sia perfetto per il grande giorno. Passo dopo passo, andremo a studiare tutti i vari passaggi per fare tutto nei tempi giusti, senza riscontrare amare sorprese.

STEP 1 – 12 mesi prima

Ovviamente il primo passaggio che bisogna affrontare è la proposta di matrimonio. Senza un compagno pronto a sopportarci per tutta la vita, si va ben poco lontani. La data delle nozze e la tipologia di funzione della cerimonia sono le prime decisioni da prendere. Potrete pensare di farlo con rito religioso avendo il nulla osta del proprio parroco, o con rito civile necessitando della cosiddetta “Promessa di matrimonio”.

In entrambi i casi è opportuno fissare con il Comune di appartenenza la data per le “pubblicazioni matrimoniali”.

Decisione essenziale a questo punto è stilare una lista di persone da invitare alla cerimonia e cominciare a girare per vari ristoranti e location per matrimoni, valutando costi, distanze, spazi e soprattutto preventivi.

ristorante-matrimonio-riminiUn mio consiglio è visitare il Relais I Tre Re, una maestosa struttura ricavata da un’antica torre del 300 situata sulle colline della Valmarecchia, è la location ideale per matrimoni a Rimini e dintorni https://www.itrere.net/wedding/. La villa gode di un incantevole panorama sul mare, ideale per celebrare il giorno del vostro matrimonio in tutte le stagioni. Il ristorante per matrimoni a Rimini vi offrirà un ambiente romantico, elegante ed accogliente fino a 150 persone.

Ora donne è giunto il momento più bello ed emozionante di tutte. Prendete le vostre mamme, amiche, nonne, zie, cugine e prendete appuntamento con tutte le maison da sposa che conoscete e provate tutti gli abiti possibili. Tanto quando troverete quello giusto, lo capirete subito.

STEP 2 – da 11 a 7 mesi prima

Scelto l’abito, tutto sarà in discesa. Forse avrete già immaginato chi vorrete al vostro fianco sull’altare, oltre il vostro futuro marito ovviamente. La scelta dei testimoni è fondamentale, saranno loro che testimonieranno la vostra solenne promessa. Cercate persone che vi saranno accanto in ogni momento della vostra vita.

Inoltre è il caso di cominciare a scegliere gli addobbi floreali, il fotografo, un dj o band di intrattenimento e la scelta di un corso di preparazione pre-matrimoniale (nel caso di rito religioso). Di norma questi corsi durano un paio di mesi ma con frequenza obbligatoria.

Meno dura ma comunque da decidere è il trasporto in chiesa dei futuri sposi. La classica scelta ricade sempre su auto costose come limousine o ferrari, ma se volete essere originali e anche un po’ trash potrete affittare una carrozza con i cavalli, un 3 ruote, e perché no, una bicicletta o un sidecar.

STEP 3 – da 6 a 3 mesi prima

A questo punto potrete cominciare a valutare eventuali mete per la luna di miele e il periodo di soggiorno, definire la lista degli invitati in modo definitivo, decidere le bomboniere, scegliere le partecipazioni e richiedere la conferma definitiva sia degli invitati, sia dei testimoni.

Per i parenti e gli amici che vengono da lontano, sarebbe carino preparare loro informazioni utili per il fatidico giorno e perché no, affittare un pulmino per il trasporto degli stessi durante tutta la giornata.

Lo sposo, che nel frattempo ha scelto solo il suo abito, molto probabilmente sotto minaccia della madre, rimane solo la preferenza per il bouquet della sposa. A voi la scelta del parrucchiere, della truccatrice, della lista nozze e delle fedi nuziali.

STEP 4 – da 2 a 1 mese prima

E’ il momento di far entrare in campo amiche e amici degli sposi con i classici addio al nubilato e al celibato. Spero per voi che organizzeranno qualcosa di indimenticabile e non una classica uscita con “cazzetti in testa” ad ingurgitare cicchetti.

Mete ambite per le donne sono sicuramente Malta o Ibiza; la classica Amsterdam o Barcellona per i maschietti.

Il week end fuori è il regalo più bello che potrete ricevere ma spesso può capitare che non si riesca a mettere d’accordo tutti gli amici. A questo punto potrete optare per una giornata in barca in estate o sulla neve in inverno.

Non mancheranno eventuali scherzi che i vostri amici cominceranno a preparare. Qui non avrete fattore decisionale, vi potrete affidare solo alla loro clemenza.

Scontata ma non troppo è la classica “intervista doppia” stile iene da mostrare ai parenti durante la cerimonia.

STEP 5 – ultimo mese

Dovrebbe essere quasi tutto definito. Avete prenotato tutto e le giornate iniziano a sembrarvi troppo corte per incastrare i vostri appuntamenti.

È tutto normale, don’t worry, si chiama ansia da prestazione. Due gocce di valeriana prima di andare a dormire e passa la paura.

A questo punto sperate di non aver dimenticato nulla e se mai dovesse esservi sfuggito qualcosa, mettetela sul piano “non voglio un matrimonio convenzionale”, funziona sempre.

Godetevi la “VOSTRA” giornata perché sarà il più bel ricordo che avrete nella vostra vita e…viviate felici e contenti.

Fonte: I tre Re

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more