Arrediamo casa – Consigli utili su come scegliere la carta da parati adesiva
,

Arrediamo casa – Consigli utili su come scegliere la carta da parati adesiva

Negli ultimi anni, nel settore dell’arredamento, è aumentato di molto l’acquisto e l’utilizzo della carta da parati adesiva. Versatile, veloce e facile da applicare, possiede un grande valore decorativo, ma soprattutto è una tipologia di decorazione originale e vivace, che consente di risparmiare tempo e denaro.

La carta da parati adesiva è molto semplice da utilizzare, grazie al fatto che è un materiale molto resistente all’umidità, anche di mobili e oggetti dell’arredamento. Infatti, con la carta da parati adesiva, si possono decorare anche mobili e oggetti. Importante e fondamentale, è eliminare totalmente la polvere dalla superficie sulla quale stendere la carta. Si può applicare dopo aver scartavetrato e stuccato le pareti per rendere la superficie così uniforme ed aver preso le opportune misure relative all’eventuale presenza di porte, finestre e interruttori, basterà solo togliere il supporto cartaceo sul retro e iniziare ad attaccare le strisce adesive dall’alto verso il basso. In pochissimo tempo, si potrà rivestire tutta la stanza senza che si creino bolle d’aria tra la carta e la dimensione delle parete.

In commercio, possiamo trovare tante fantasie e colori tra cui scegliere la carta che meglio si adatta ai gusti e le esigenze. I colori accesi sono scelti spesso da chi vuole accendere e dare personalità all’ambiente o allo spazio d’arredo. Mente, i colori delicati e leggeri, di solito, sono scelti per ambienti romantici, dove impera un arredamento etereo e pulito. Tra le diverse tipologie di decorazioni, abbiamo quelle floreali – molto utilizzate per le camere da bambini – o quelle geometriche che danno un tono vintage e fuori dal comune all’ambiente. L’ambiente o le case in cui viviamo possono essere trasformate in modo pratico e veloce, anche magari un ufficio, un locale, un ristorante, etc…, le carte da parati adesive rendono allegre o colorate le stanze o le camere, magari trasformandole sulla base di un tema in particolare. Sono la soluzione ideale per cambiare volto alla casa o per decorare e arredare un ambiente con allegria ed originalità.

Read more
Illuminazione di Design per il Salotto
,

Illuminazione di Design per il Salotto

Il salotto è uno degli ambienti domestici più importanti della casa. È lo spazio in cui si trascorre la maggior parte del tempo durante il giorno e in cui si svolgono un maggior numero di attività differenti. Per questo studiare l’illuminazione di questa stanza è particolarmente importante ed è un’attività che non può essere assolutamente mai lasciata al caso.
Per realizzare un buon progetto illumino-tecnico è fondamentale iniziare dalla conformazione stessa dell’ambiente, dalla sua metratura, dalla disposizione delle finestre e dalla disposizione delle diverse zone. Un salotto piccolo e accogliente avrà necessità completamente differenti rispetto ad ambienti open space che comprendono anche la cucina. Lo stesso si può dire per saloni con ampie vetrate sul verde rispetto a stanze meno luminose che affacciano magari su cortili interni. Il salotto è uno spazio inoltre in cui vengono svolte diverse tipologie di attività: in alcuni casi sono presenti librerie e scrivanie, un angolo per la lettura, in altri casi è presente anche una sala da pranzo. Tutte queste caratteristiche hanno (o dovrebbero avere) un’influenza diretta sulla scelta delle fonti luminose.

In genere per illuminare correttamente un salotto sono necessari diversi punti luce, di intensità differente, e preferibilmente regolabili secondo le necessità. Un punto luce cardine è quello a soffitto che ha il compito di illuminare tutta la stanza e renderla accogliente in occasioni conviviali.
Se è presente un tavolo da pranzo si rende necessaria la presenza di un’ulteriore sospensione da soffitto che regali ai commensali la corretta illuminazione per il momento dei pasti.
In salotto inoltre è comune dedicarsi agli hobby e alle attività di relax che possono comprendere la lettura, l’ascolto della musica o la visione di film. Un’ottima soluzione è predisporre una fonte luminosa più morbida e focalizzata come quella offerta da una piantana. Negli ultimi tempi si vede di frequente inoltre l’illuminazione tramite strisce o barre led dei pensili del salotto.

Qualora in salotto fosse presente uno scrittoio o un tavolo adibito al lavoro e alla gestione delle pratiche domestiche è utile installare una lampada da tavolo, per avere un focus diretto sul piano e lavorare meglio anche nelle ore notturne.

Non devono poi mancare eventuali lampade da tavolo per i momenti di relax o che possano garantire una piccola illuminazione nelle ore notturne nei pressi di corridoi o zone di passaggio per esempio. Possono essere impiegate anche sopra antichi comò o madie a seconda delle specifiche esigenze, sempre con risultati stilistici eccellenti.

A fare la differenza realmente in queste situazioni sono poi le scelte che si fanno a livello di design. Ognuno ha propri gusti e stili che desidera riproporre in ogni dettaglio della propria casa. La luce non è esente da queste scelte, soprattutto se si vuole connotare di carattere un ambiente importante come quello living.
Scegliendo un marchio di design apprezzato e noto si ha la certezza di comunicare in modo efficace il proprio stile di vita e i propri gusti, ma anche la consapevolezza di aver fatto un investimento senza tempo. Alcuni modelli di lampade di design, nonostante abbiano già qualche anno, continuano ad essere dei ricercatissimi evergreen. Pensiamo ad esempio all’iconico lampada Eclisse di Artemide, ancora sulla cresta dell’onda dopo la sua creazione nel lontano ormai 1965. Non mancano ad ogni modo novità più recenti dallo stile completamente diverso per arredare la propria casa come l’ultima lampada da terra Yanzi dal design di ispirazione orientale.

Qualunque sia il nostro stile i brand del design dell’illuminazione italiana sanno come soddisfare desideri e gusti. E uno dei vantaggi di questi pezzi è che stanno bene davvero in ogni contesto, una volta trovata la loro giusta collocazione.

Read more
Sedie moderne: un modo elegante per arredare uno spazio
,

Sedie moderne: un modo elegante per arredare uno spazio

Le sedie non sono solo sinonimo di comfort e relax. Se è vero che dopo una giornata stressante l’idea di mettersi a sedere per un attimo è rilassante, è anche vero che una bella sedia contribuisce ancora di più ad assolvere il proprio compito.

Avere davanti a sé un prodotto bello e curato dal punto di vista estetico induce a passarci qualche secondo in più, oltre ad arricchire dal punto di vista dell’arredamento.

Per questo motivo sul mercato c’è una richiesta sempre crescente di sedie moderne.

Allungate, rotonde, alte, larghe: sono disponibili davvero in tante modalità e ognuna può integrarsi bene con l’ambiente circostante.

Lo spunto per parlare di questo argomento arriva direttamente da Colonia, dove sono state presentate molte sedie di design all’interno della fiera imm, rassegna di settore tra le più importanti in Europa.

Vediamo quali sono state alcune tra le più belle sedie di design emerse in questa fiera.

Le migliori sedie della fiera di Colonia

La sedia Fox, progettata dal designer Patrick Norguet, è stata presentata a Colonia nella versione con rivestimento in cuoio.

Una sedia che è stata pensata con un intrigante soluzione che prevede gambe allungate e schienale rosa. Una curiosa novità che cambia completamente i connotati di Fox, sedia elegante e raffinata in questa versione.

Menziona d’obbligo anche per la sedia AiKu Soft, che grazie alle nuove ed eleganti finiture con cui è stata progettata si presenta come una sedia adatta a più situazioni e non solo come una valida soluzione per l’ufficio.

Questo perché cambia decisamente la scocca, che può essere integrata da rivestimenti in pelle, velluto o tessuto, mentre invece per i basamenti troviamo finiture in cromo oro, nero o nichel.

Cambia parzialmente faccia anche la sedia a dondolo Flow, che in questa nuova veste mostra sia la versione indoor che quella outdoor.

Nella seduta per gli interni è disponibile il modello in pelle, mentre per l’esterno è stato studiato un modello di tessuto.

Altra sedia decisamente rivisitata è Jeans di Antonio Citterio: un modello che esalta la tornitura e le curvature del pregiato legno con cui è realizzata.

118, modello disegnato da Sebastian Herkner, è invece un modello perfetto per esaltare ambienti come la cucina e il soggiorno.

Di un minimalismo sobrio ma elegante, questo modello si caratterizza per l’intrigante seduta con rivestimento in canna d’India intrecciato e il telaio ricurvo.

Altre novità interessanti dal mondo della seduta

Dopo aver descritto le novità più rilevanti fornite dalla fiera imm di Colonia, passiamo in rassegna alcuni altri modelli di grande interesse presenti in commercio.

Ad attirare la nostra attenzione è stato Jeff, modello che si caratterizza per la grande modernità del suo design.

Si tratta per la verità di una collezione che comprende tre pezzi di grande pregio dal punto di vista architettonico: lo sgabello, la poltroncina senza braccioli e quella con i braccioli, sono fatti con rivestimenti in pelle e hanno linee morbide ed eleganti. Questo li rende ideali per ogni tipo di spazio, dal più raffinato al più informale, visto che mantengono un’identità ben definita per ogni ambiente.

Più classica ma non meno elegante è Amelie, sedia dalle forme semplici ma dal design raffinato. Disponibile sia con braccioli che senza, presenta una seduta morbida e molto comoda, oltre che di pregevole interesse sul piano estetico.

Infine vogliamo menzionare Ginger, elegante poltroncina in pelle con seduta larga, ideale per ambienti come uno studio o un’ampia sala in cui è capace di esaltare anche gli altri elementi presenti.

Read more
Come Valorizzare la tua Stanza, con Carte da Parati Artistica
,

Come Valorizzare la tua Stanza, con Carte da Parati Artistica

Anche una stanza può avere personalità e l’arte cosi come i materiali possono contribuire a dare valore aggiunto.

 

La carta da parati è sicuramente un’ottima soluzione per rendere una location unica ed originale.
Possiede le stesse caratteristiche di una tela pittorica, la parte frontale è vinilica in modo tale da consentirne il lavaggio, mentre il retro è in tessuto non tessuto.

Proprio come un quadro, le carte da parati vanno a caratterizzare la vostra stanza con motivi geometrici, floreali ed effetti materici. Negli ultimi anni, a differenza del passato in cui la carta da parati veniva utilizzata su tutta la superficie, ora vengono scelte al massimo due pareti, in modo tale da valorizzare di più la zona presa in considerazione.

Ciò che oltretutto varia rispetto al passato, e che prima erano solo motivi diversi rispetto al semplice colore in tinta unita, mentre ora sono proprio immagini grafiche artistiche che seguendo le tendenze del momento, o riprendendo veri e propri movimenti artistici trasformano la parete in un’opera d’arte. Per esempio, il tema della pop art, oppure carte da parati in 3D che attraverso la tridimensionalità modificano la percezione dello spazio, o semplici texture che presentano figure in rilievo.

Per una carta da parati artistica idonea ai vostri utilizzi, potete rivolgervi ad architetti ed interior designer, che sono sempre pronti a consigliarvi in modo più opportuno il prodotto migliore in linea alle vostre esigenze. Ne esistono varie, in base al tipo di supporto, oltre alla tipologia di disegno.

Altro elemento variabile sono le tipologie in base anche ai materiali dalle semplici carte di design, molto leggere ed economiche o in fibre murali. Ogni materiale possiede delle caratteristiche ben definite e non tutte sono adatte ai vari ambienti.

E’ sicuramente una soluzione ideale per rendere particolare ed interessante zone anonime, oppure per esaltare particolari di una struttura o definire meglio alcune geometrie della stanza. Tutto ciò contribuisce, come l’arredo, alla definizione degli ambienti.

 

A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

Read more
Fissare i quadri per casa? Una piccola guida per appendere i quadri che avete acquistato on line
,

Fissare i quadri per casa? Una piccola guida per appendere i quadri che avete acquistato on line

L’effetto desiderato quando appendete un quadro a casa non è sempre scontato. Per non parlare del rischio di caduta. Occorre fare attenzione all’ingombro e soprattutto al peso senza commettere errori e rimediare a danni anche costosi.

quadri-per-casaChiodo e martello a volte non sono sufficienti per fissare un quadro per casa soprattutto se non si ha idea si cosa sia necessario fare. Oltre a disporre di un bel quadro, in tinta con la parete e con l’arredamento circostante, è utile una mini guida sulla scelta dei vari fissaggi, tenendo conto di alcune precisazioni come peso del quadro, spessore e materiale del muro su cui si lavora.

Per disporre con esattezza i quadri moderni che avete acquistato, avrete innanzitutto bisogno delle misure, della posizione del chiodo e della cornice sulla quale lavorare. La cornice stessa deve essere provvista di un gancetto. Se il quadro non è molto pesante, lo troverete (o in alcuni casi dovrete posizionarlo voi stessi), al centro della parete della parte superiore della cornice in quanto aiuta lo stesso a non pendere da uno dei due lati; viceversa, se il quadro ha un certo peso, l’attaccaglia (gancetto) sarà raddoppiata, e attaccata su entrambi il lato superiore della cornice. Non è per forza necessario forare il muro due volte ma bensì basterà creare con una cordicella, se di metallo meglio, una catenella. La lunghezza della catenella sarà tale da formare un triangolo, il cui angolo superiore sarà appoggiata al chiodo, distribuendo meglio il peso del quadro.

Per non rischiare di appendere il quadro storto, il metodo migliore è usare una livella o bolla. In commercio se ne trovano di vari tipi, da quelli tradizionali a quelle laser più sofisticati. Se si volesse realizzare una composizione di tanti quadri tutti allineati al lato superiore o inferiore della cornice, la livella è utilissima proprio per definire l’esatta posizione del primo. Gli altri saranno allineati di conseguenza.

Per quanto riguarda il peso invece, per i quadri sotto i 5 kg, un solo chiodo è più che sufficiente, basta che sia da 3,75 cm o da 5 cm. Altrimenti la scelta può ricadere anche su ganci, viti e tasselliSopra i 10 kg di peso invece, è meglio usufruire di una vite autofilettante o un bullone a molla con un foro da 1,25 cm praticato con un trapano.

Nel caso in cui si vuole evitare del tutto di forare il muro, vi sono metodi alternativi facilmente reperibili in commercio ma solo per quadri moderni come quelli che trovate su https://www.momenti-casa.it/collezioni/crazy-home-paintings-206 o pannelli lggeri.

Le strisce adesivi sono un ottimo metodo di sostentamento. Infatti una coppia di strisce sostiene un peso di 1,4 kg con grandezze di cornici inferiori al 20×28 cm. Due coppie di strisce sosterranno un peso di 2, 7 kg per quadri inferiori a 28×44 cm. Quattro coppie sosterranno invece un peso di 5,4 kg per una grandezza inferiore a 46,61 cm. I ganci adesivi invece, possono essere utilizzati per quadri leggeri con un peso compreso fra i 2,3 e 3,6 kg. Per i quadri più grandi, ovviamente bisognerà usare più ganci. Infine, metodi quali nastro e gomma adesivi, possono sostenere solo quadri molto leggeri con un peso max di 500 g ma, rischierete di scrostrare la stessa vernice dal muro perchè con il tempo diventeranno gommose e difficili da staccare.

 

Fonte: Momenti-Casa.it


A CURA DI / PRESS OFFICE
———————————–
Maria Chiara Turino – Ufficio Stampa Guest.it

 

Read more
Perfetta zona living con una parete attrezzata

Perfetta zona living con una parete attrezzata

Per arredare il salotto di casa in modo elegante e moderno, senza rinunciare alla funzionalità, possiamo fare una moltitudine di scelte: da una serie di mobili correlati ad un arredamento più lineare. Per arredare in maniera efficiente ed elegante la nostra zona living una soluzione sempre azzeccata è scegliere una parete attrezzata.

La zona giorno di un appartamento è il cuore della casa, vissuto in una serie di momenti differenti e dove si possono svolgere diverse attività. E’ il luogo dove si può mangiare con i propri ospiti o il luogo di gioco e svago dei bambini, il posto dove guardare la TV in relax la sera con tutta la famiglia oppure il luogo dove studiare o lavorare. Per questa ragione l’arredamento del salotto di casa deve essere flessibile e versatile e deve saper rispondere alle diverse esigenze di una famiglia, lasciandolo sempre ordinato – il più possibile almeno – ma tenendo sempre a portata di mano quello che ci può servire durante le nostre giornate e serate.

parete 32

La caratteristica principale di una parete attrezzata è quello di essere un elemento d’arredo “all-in-one”. Si può sviluppare orizzontalmente o verticalmente – in base alla disponibilità di spazio di un appartamento – e può essere composta da differenti elementi, organizzati in vario modo e che possono assolvere a tutte le funzioni necessarie per creare una zona giorno perfetta da vivere con tutta la famiglia.

Sulla base possono essere poggiati televisori o apparecchi elettronici – come impianti hi-fi o proiettori, i vari ripiani e cassettoni chiusi generalmente invece fungono da contenitori per libri, tovagliato e per tutti quegli oggetti che vogliamo tenere ordinati ma lontani da sguardi indiscreti. I ripiani aperti, le mensole attaccate al muro e i pensili verticali diventano al contrario gli spazi adatti dove esporre soprammobili o oggetti di design, piante o fotografie della famiglia che impreziosiscono la nostra zona giorno e danno alla parete attrezzata un tocco più personale e caldo.

parete1

Alcuni elementi poi possono essere illuminati, dando un effetto estetico particolare mettendo in risalto alcuni oggetti di particolare pregio. Generalmente gli elementi che possono venir dotati di illuminazione sono due, le ante vetrate e i ripiani.

Le pareti attrezzate possono venire composte da diversi elementi, posizionati in diversi modi, ma soprattutto possono essere composte da diversi materiali. Sul mercato possiamo trovare pareti attrezzate classiche e moderne in legno, pareti attrezzate in metallo o resine particolari, oppure addirittura in vetro laminato – dove però occorrerà stare attenti a non caricare troppo di peso i vari ripiani. Tutta questa varietà di opzioni porta le pareti attrezzate ad essere un vero elemento “camaleonte” nella zona giorno dei nostri appartamenti. Incornicia i punti focali della zona living – come il televisore o il camino – dona ordine al salotto grazie ai tanti cassetti e pensili dove sarà possibile riordinare e lasciar chiusi oggetti, fili e quant’altro vogliamo nascondere agli occhi dei nostri ospiti, mentre valorizza i nostri più bei oggetti di design quando decidiamo di esporli nelle vetrine.

parete2

Se dovete arredare il vostro nuovo soggiorno o se semplicemente avete voglia di cambiare l’arredamento di casa vostra dopo tanti anni, scegliere una parete attrezzata sarebbe un ottima scelta. Modernità e funzionalità, ordine e design, il tutto a prezzi adatti a tutte le tasche. Non vi resta che scegliere quella si adatta più a voi e alla vostra casa! 

Read more
Fusion style: Un arredamento tutto da scoprire
, ,

Fusion style: Un arredamento tutto da scoprire

Lo stile fusion è uno stile speciale di arredamento per appartamenti e spazi esterni, che mixano costantemente diversi stili decorativi. Il risultato di questo speciale mix di stili e orientamenti, può essere molto piacevole grazie alla capacità di “fondersi” in armonia: lo stile più moderno può accostarsi a uno stile più classico e tradizionale.
Anche i colori, come le linee di arredo, possono godere della tendenza alla fusione, aggiungendo un tocco che rende la casa un ambiente unico.

Suggerimenti per una casa in stile fusion

Ecco alcuni suggerimenti per scoprire come abitare facilmente la casa in perfetto style fusion. Dopo aver deciso quali sono gli orientamenti estetici da sottolineare con una particolare mescolanza, basta raccogliere i punti principali, come i colori, le linee, i punti di forza, i simboli e le icone da stampare su manifesti, dipinti, oggetti, tessuti e mobili, lampade, tappeti. Per mantenere un’armonia impeccabile nell’unione di diversi stili di arredo, uno o due elementi principali dovranno essere selezionati per ogni stile , in modo da sottolineare alcuni dettagli e mantenere un equilibrio di base per le stanze. Lo stile fusion presenta spesso colori vivaci, magari attraverso un divano o sedie eccentriche e , allo stesso tempo, rivaluta stili tradizionali, come nello stile di decorazione shabby fusion.
Se l’arredamento è colorato, sarà bene tenere le pareti chiare e pulite, giocando con mobili piccoli, come dipinti, mobili, lampadari e tappeti. Un’altra ispirazione per una casa arredata in perfetto stile fusion è quella di un ambiente estremamente classico, luminoso e leggero, decorato con oggetti molto moderni, uno spazio elegante che unisce linee moderne con pezzi d’antiquariato. Le stampe moderne possono essere incorniciate in cornici classiche e dorate, mentre mobili estremamente antichi possono essere decorati con ornamenti moderni, cuscini e tappeti moderni.
La seduta sicuramente ricopre un ruolo principale negli stili fusion: in genere è uno stile che trova la sua massima espressione in ambienti di relax, salotti per accogliere ospiti, zone della casa che vengono vissuti in compagnia e che fungono da ruolo di rappresentanza, ma che devono anche assicurare un ottimo comfort.

Attenzione sull’oggettistica e alle decorazioni

L’attenzione è particolarmente focalizzata sull’oggettistica e sulla decorazione delle pareti: nel classico o nel minimalista, infatti, si tende a dare importanza alla fattura dei singoli oggetti; lo stile fusion, invece, fa proprio della veduta d’insieme il suo punto di forza. La ricerca non si orienta verso il design degli oggetti , bensì sulla loro armonia nello spazio condiviso.

Read more
Le migliori proposte del Salone del Mobile 2017
, ,

Le migliori proposte del Salone del Mobile 2017

Anche quest’anno è terminato il periodo di maggior tumulto per il settore d’arredamento, ovvero il periodo del Salone del Mobile. Quello del 2017, è stato anche uno dei migliori di sempre, con 343,602 visitatori registrati e più di 2.000 espostitori (di cui il 34% esteri), divisi in Salone Internazionale del Mobile, SaloneSatellite, Euroluce, Workplace 3.0 e Salone internazionale del complemento d’arredo. Ovviamente, immancabile il Fuori Salone che ha visto migliaia di eventi e iniziative sparse per tutta Milano, ridisegnando la città con allestimenti e quant’altro.
Inoltre, l’edizione appena passata del Salone, va a celebrare i vent’anni del SaloneSatellite, con all’incirca la presenza di oltre 650 designer e 16 scuole internazionali di design.

Le tendenze del 2018 – Forme nostalgiche dal carattere vintage

Secondo le proposte del Salone, per gli amanti dell’arredamento, il prossimo sarà un anno ricco di ritorni e di vintage. Le tendenze dettate dall’evento hanno puntato su un comfort articolato e che richiama le linee anni ’50 e ’60. Infatti, si punta a smussare i bordi e a arrotondare le forme, come nel caso della collezione Cara Mosshart firmata dal celebre designer Philippe Starck per Kartell: poltrone in simil lacca con cuscini spessi e tavolini dai profili morbidi e dai bordi bisellati.
Da un lato, l’intento è quello di soddisfare la nostalgia del passato e degli albori dell’arte del design, ma dall’altro, l’obiettivo è quello di regalare delle linee confortevoli ed eleborate della casa, ricche di particolarità e di qualità in fatto di materiale.
Anche dal punto di vista dei colori ci sono diverse novità. Ricorrono temi ricercati come l’aragosta e il blu cobalto, il melanzana e il verde prato, tocchi di giallo e rosso accessi. Ad esempio, li troviamo nella nuova collezione Arco disegnata da Martino Gamper per Moroso, con tavolini e poltrone con struttura metallica e superfici di nylon oppure nella nuova collezione di Momenti casa, The Black Attitude, eleganza e qualità che arricchiscono gli ambienti.
Inoltre, troviamo spesso negli stand, la presenza di sedie dal colore verde o verde acqua, come lo sgabello Tondina pop di Infiniti Design o la sedia Rose in laccato verde e impagliato ideata da Zanellato e Bortotto per Novamobili. Mentre, per quanto riguarda i tappeti, troviamo spesso colori fluo e trame sgargianti come nel caso del tappeto Flamingos cross over di Illulian.
Un mix di design, moda, arte e funzionalità per questo Salone del Mobile 2017. Senza dubbio, questa manifestazione è uno degli appuntamenti immancabili per arredatori e appassionati. I padiglioni della Fiera sono immensi showroom dove i tanti marchi di arredamento e della moda, si sfidano a colpi di allestimenti spettacolari e unici. L’ideale per estrapolare le tendenze per la casa di domani.

Read more